Richard Rojas sulla folla a Times Square: voci sull'11/9 e droghe sintetiche

19 maggio 2017 ore 12:04, Andrea De Angelis
Attimi di terrore ieri nel cuore di New York. Immediata è scattata l'allerta terrorismo dopo che un'automobile ha falciato tutti i passanti che trovava dinanzi in una delle strade più note della metropoli a stelle e strisce. Le televisioni di tutto il mondo hanno seguito l'evolversi degli eventi, fino a quando è stata esclusa la pista di matrice terroristica. Eppure quell'uomo voleva uccidere, terrorizzare. Non è stato un incidente. Richard Rojas del resto non è un volto sconosciuto alle autorità di polizia locali dato che è stato arrestato già due volte in passato,  nel 2008 e nel 2015, per guida in stato di ebbrezza e all'inizio di questo mese per aver minacciato, sembra, un uomo con un coltello. 

Richard Rojas sulla folla a Times Square: voci sull'11/9 e droghe sintetiche
IL PROFILO DELL'UOMO
Prima ancora era stato espulso dalla marina passando alcune settimane in un carcere militare. Insomma, la sua biografia è decisamente costellata di elementi da matita rossa. Ieri l'atto finale, quello nel quale anche lui, visto l'impatto dell'auto che secondo alcuni testimoni correva ad almeno cento chilometri orari, anche lui avrebbe potuto perdere la vita. "Urlava, cercava di prendere a pugni le persone, le spintonava", hanno riferito alcuni testimoni. Secondo i media locali, che citano fonti di polizia, l'uomo avrebbe riferito agli inquirenti di aver sentito delle voci prima dell'assurdo gesto che lo avrebbero spinto poi a lanciarsi con l'auto contro i pedoni. Lo stesso, stando sempre alle fonti locali, aveva previsto di morire. Invece è stato arrestato.

DROGATO, MA NON UBRIACO
All'inizio le televisioni locali aveva ipotizzato che potesse trattarsi di un incidente e per questo sulle agenzie era rimbalzato la notizia di "un ubriaco alla guida". In un secondo momento, secondo indiscrezioni rivelate dalla NBC, tuttavia l'uomo sarebbe risultato negativo al test sull'alcool mentre sarebbe risultato positivo alle analisi sulle droghe. Per questo ora le indagini si stanno concentrando sulla pista delle droghe sintetiche, note per alterare lo stato dell'individuo, portando anche ad allucinazioni. Così, forse, si potrebbe spiegare la frase che Rojas avrebbe detto appena fermato dagli uomini, collegata all'attentato dell'11 settembre. 

UNA VITTIMA
Richard Rojas, il ragazzo che a bordo della sua auto è andato contro la folla a Times Square, sarebbe stato sentito subito dopo il fermo dalla polizia. Il suo gesto, lo ricordiamo, ha ucciso una persona e ferito 22 persone. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, l'unica vittima è una ragazza di 18 anni del Michigan, Alyssa Elsman. Paga con la vita la follia di un uomo già noto alle forze dell'ordine e che in pochi secondi ha scatenato il panico nel cuore del cuore degli Stati Uniti d'America. 

#timessquare #newyork #richardrojas


caricamento in corso...
caricamento in corso...