Salute delle donne, fate figli nel picco della fertilità e la dieta conta

21 aprile 2017 ore 12:58, Vanessa Dal Cero
Si festeggia domani -  22 aprile, giorno di nascita del premio Nobel Professoressa Rita Levi Montalcini -  la seconda Giornata nazionale della salute della donna. Il tema principale di quest’anno è l’importanza della prevenzione in tutti i momenti di vita della donna, dall’infanzia fino all’età matura. Si parlerà, tra i vari temi in programma, di attività e salute fisica, corretta alimentazione, prevenzione delle dipendenze (fumo e alcool), maternità e percorso nascita LEA.
Soffermandoci sulla maternità, anche in questa occasione il messaggio è di non aspettare troppo. Non aspettare gli “anta” per avere figli come tanto va “di moda” oggi tra i vip e non solo. La maternità purtroppo non ci aspetta. Non aspetta la casa grande, il lavoro a tempo indeterminato, i viaggi di coppia … la fertilità della donna, come anche dell’uomo, va conosciuta, alimentata e seguita.
L’età biologica influisce tantissimo sulla possibilità di concepire naturalmente; secondo gli esperti l’ideale sarebbe avere figli a vent’anni (!!!), momento di picco della fertilità nel quale la probabilità di rimanere incita dopo un rapporto sessuale è pari al 30-40 per cento. Percentuale che scende già al 20% a soli trent’anni, nonostante la ancora giovane età.
L’età non è ovviamente l’unico fattore in gioco, importanti sono i anche controlli medici per prevenire e curare malattie che possono compromettere la capacità riproduttiva della coppia. E’ fondamentale controllare costantemente la salute dell’apparato riproduttivo con visite mediche specialistiche dal ginecologo per la donna e dall’andrologo per l’uomo.
La maternità, se cercata, andrebbe preceduta da piccoli accorgimenti che vengono definiti di salute preconcezionale. Interventi di prevenzione prima della gravidanza nei confronti di diversi fattori di rischio - come, per esempio, alimentazione inadeguata, scarsa assunzione di folati, obesità e altre patologie materne, uso di alcol e fumo - potrebbero non essere efficaci se iniziati a concepimento già avvenuto.
Primo fra tutti gli accorgimenti e decisamente non complicato da seguire è l’assunzione di Folina almeno tre mesi prima di rimanere incinta. L’acido folico, la vitamina B9, è stato infatti riconosciuto come essenziale nella prevenzione di alcune malattie congenite, particolarmente di quelle a carico del tubo neurale.
Se l’età e la salute sono dalla nostra parte, non dimentichiamoci di una sana dieta equilibrata. La qualità e la quantità dei cibi possono aiutare la salute riproduttiva, così una dieta mediterranea ricca di frutta e verdura, legumi e pesce sarà un requisito importante per aiutare la gravidanza; eccessiva magrezza o viceversa chili di troppo potrebbero infatti compromettere sia il concepimento che la gravidanza. 
Esistono anche cibi che aiutano il concepimento? Secondo alcuni consigli che circolano sul web, sì. Tra i più gettonati il Maca, erba peruviana che si può trovare in erboristeria; la carota che dovrebbe migliorare la qualità dello sperma; i cavoletti di Bruxelles perché ricchi di acido folico e altre vitamine; e poi ancora via libera a pomodori, frutta secca, frutta ricca di vitamina C, pappa reale, the alla calendula e cibi ricchi di ferro soprattutto per le donne.
Oltre al fumo e all’alcol sono da evitare anche (per quanto possibile) smog da inquinamento, attività fisica troppo intensa e stress. Uno stato di forte stress, magari generato dal lavoro, può inibire l’ovulazione o avere ripercussioni sulla fertilità; cercate di limitare al minimo ansia e apprensione se state cercando di concepire.
E da ultimo, ma non meno importanti, i consigli “della nonna”.  Se volete un bimbo non pensate che aumentando i rapporti aumentiate le possibilità, non dovete avere rapporti sessuali tutti i giorni, gli spermatozoi devono infatti avere il tempo di riprodursi e rafforzarsi. Poi può sembrare ridicolo e assurdo ma dicono che funzioni: dopo il rapporto rimanere sdraiate tenendo per 10-15 minuti le gambe alzate contro il muro o la spalliera del letto, così gli spermatozoi dovrebbero essere facilitati nel trovare il loro percorso verso le ovaie. 
Quindi auguri… e figli maschi!

#salute #fertilità #figli #dieta
caricamento in corso...
caricamento in corso...