Che fine hanno fatto Gigi e Andrea

17 luglio 2017 ore 12:09, intelligo
E’ il 7 marzo del 1947 quando a San Lazzaro di Savena, non molto distante da Bologna, viene al mondo Andrea Roncato. E proprio a Bologna, il 2 novembre del 1949 vede la luce Pierluigi “Gigi” Sammarchi.  I due bambini non sono parenti né le loro famiglie si conoscono o si frequentano. Anzi, ognuno di loro trascorre l’infanzia e l’adolescenza con i propri sogni e i propri amici, ognuno per la sua strada. Nell’insieme due bravi ragazzi di famiglia, tanto che il primo, Andrea, si laurea in giurisprudenza all’Università di Bologna, ottiene un bel diploma di solfeggio al Conservatorio e partecipa a vari corsi di recitazione, sia in Italia che all’estero, mentre l’altro, Pierluigi, prende una laurea in pedagogia e coltiva una grande passione per i gatti, soprattutto per quelli di razza persiana…  Ebbene, a raccontarla così, non sembra che tra questi due giovanotti ci sia un si pur vago punto di contatto, eppure i due si incontrano, si sono simpatici, si intendono. Inizialmente, mettono su un complesso musicale – quelli sono gli anni in cui tutti, ma proprio tutti hanno un complessino musicale – per poi creare un duo comico destinato ad avere notevole successo dai primi anni ’70 fino almeno all’inizio degli anni ’90, quando infine i due si separeranno continuando le rispettive carriere separatamente. 
Difficile che ci sia qualcuno in Italia che non abbia sentito parlare di Gigi e Andrea, non abbia assistito almeno una volta a un loro sketch, non abbia visto almeno una scena di un loro film, o una loro pubblicità televisiva. Non mostri sacri della comicità, ma allegri, simpatici, scanzonati e irriverenti, Gigi e Andrea cominciano la loro carriera nel mondo dello spettacolo grazie all’amicizia di entrambi con Francesco Guccini, che affida loro alcuni tra i suoi brani più ironici e adatti al cabaret, mandandoli poi sul palco dell’Osteria delle Dame, locale in auge a quei tempi. Per un po’ i due si esibiscono con un gruppo, “I ragazzi della nebbia”, ma presto finiscono per formare un duo tutto loro, con Gigi che suona la chitarra e Andrea alle tastiere. Bisogna ammettere che Guccini ha visto bene, perché il duo piace e ha successo, tanto che i brani interpretati confluiranno in un album dal vivo intitolato “Opera Buffa” che vedrà la luce nel 1973.  
Che fine hanno fatto Gigi e Andrea
Per carità, niente di travolgente, ma quanto basta perché Gigi e Andrea comincino ad avere un loro pubblico di riferimento, e inizino a girare per i locali della riviera romagnola e non solo, non limitandosi più soltanto a cantare, ma creando dei veri e propri spettacoli a tutto tondo.  Scrivono da soli i propri testi, e inventano sketch divertenti, destinati a durare negli anni, come quello che vuole Andrea nella parte dell’ipotetica “mamma” di Gigi. 
 Andrea si presenta al pubblico senza nessun trucco particolare, ma solo con uno scialletto sulle spalle e i ferri da calza in mano e comincia a rimbrottare questo suo figlio un po’ scapestrato con frasi tipo “Stai attento che come t'ho fatto ti disfo!" e "Come t'ho dato alla luce ora te la spengo!", destinate con il tempo a diventare veri e propri tormentoni. E’ talmente bravo che, alla fine, ti sembra proprio di vedere una mamma brontolona e non un giovanotto con uno scialle intento a fare la calzetta. Inevitabile, a questo punto, che la televisione li noti.
Il duo debutta sul piccolo schermo nel 1977 nella trasmissione “A modo mio”, condotta da Memo Remigi per passare, nel 1978,  nell’annuale spettacolo del sabato sera legato alla Lotteria Italia, “Io e la Befana”, condotto da un’altra coppia, gli impareggiabili Sandra Mondaini e Raimondo Vianello.  Gigi e Andrea continuano poi il loro lavoro in giro per i teatri e i locali d’Italia fino al 1980, quando tornano in TV su Rai2 nel programma “C’era due volte” per la regia di Enzo Trapani. Lo stesso anno fanno il loro esordio cinematografico in “Qua la mano” per la regia di Pasquale Festa Campanile, una pellicola a episodi che vede Celentano ed Enrico Montesano interpreti principali. Da notare che come Celentano e Montesano, anche Gigi e Andrea non appaiono in coppia, ma ognuno in una scena diversa: Gigi, come inviato televisivo e Andrea come presentatore della gara di ballo finale.  Da aggiungere che “Qua la mano” sarà il primo film italiano a superare la soglia dei 10 miliardi di Lire di incasso, piazzandosi 2º nella stagione 1979-80, preceduto da Kramer contro Kramer.
Il successo arride ai due comici bolognesi che sempre di più entrano nel cuore del pubblico nazional-popolare. Nel 1981 partecipano al riuscitissimo show di Loretta Goggi “Hello Goggi”, dove la showgirl canta, balla e imita mostrando grandi capacità d’intrattenimento. Nel 1983 sono poi  in “Premiatissima”  lo show del sabato sera condotto da Johnny Dorelli. Nel 1986 raggiungono la consacrazione proprio a Grand Hotel, insieme a personaggi di spicco della comicità italiana come Massimo Boldi, Massimo Ciavarro e Carmen Russo. Intanto, però, la coppia Gigi e Andrea è stata molto attiva sul grande schermo in una serie di film che non passeranno forse alla storia per trama e contenuti, ma che hanno fatto senz’altro felici i produttori, B-Movie a basso costo ma di grandissimo rendimento al botteghino, come “I camionisti” del 1982 per la regia di Flavio Mogherini, “Acapulco… prima spiaggia… a sinistra” per la regia di Sergio Martino, fino a “L’allenatore nel pallone” sempre per la regia di Martino, con Lino Banfi, destinato a diventare un vero cult della commedia all’italiana se si considera che solo in DVD la pellicola ha venduto 60mila copie. Seguono altre pellicole di richiamo al botteghino come Mezzo destro mezzo sinistro - 2 calciatori senza pallone, di nuovo per la regia di Sergio Martino, e nel 1985 I pompieri, regia di Neri Parenti. E altre ancora,  come Rimini Rimini, per la regia di Sergio Corbucci, Tango blu per la regia di Bevilacqua. Intanto, in TV, partecipano  a Festival, condotto da Pippo Baudo e Lorella Cuccarini, a cui partecipavano anche comici come Zuzzurro e Gaspare. Nel 1988 arriva poi la serie tv di grande successo Don Tonino con Manuel De Peppe e Vanessa Gravina. 
Dopo di allora, nel 1992, ecco un po’ a sorpresa lo scioglimento del duo. Gigi e Andrea decidono di andare ognuno per la sua strada. Andrea continua col mondo dello spettacolo, soprattutto con il cinema e le fiction. Recita in commedie di grande successo come  “Vacanze di Natale ‘90”, “Vacanze di Natale ‘91”, “Anni 90”, di Enrico Oldoini e “Graffiante desiderio”(1993), diretta da Sergio Martino.  Continua poi con le fiction televisive, come “La voce del cuore”, con Gianni Morandi e Mara Venier, “I misteri di Cascina Vianello” fino ad arrivare nel 2001 alla notissima serie “Carabinieri, dove Roncato nel ruolo dell’appuntato Costante Romano resterà per ben 7 stagioni. Seguiranno poi altre serie e alcuni film tra cui vanno citati “Ricordati di me” di Gabriele Muccino e “Un matrimonio” del 2012 per la regia di Pupi Avati. Nel frattempo, va ricordato che Andrea ha sposato nel 1997 la showgirl Stefania Orlando da cui ha poi divorziato nel 1999 quando l’attore ha attraversato un difficile momento a causa di una dipendenza da droga. 
In tutto questo tempo, Gigi Sammarchi è invece rimasto abbastanza lontano dal mondo dello spettacolo – salve qualche sporadica apparizione – preferendo dedicarsi ad altre attività fino a quando, proprio quest’anno, è arrivato il grande annuncio di una riunione della coppia.  Con uno spettacolo tutto creato da loro e intitolato “Ci do… che ci do… che ci do… Vita, Torte e Miracoli”,  Gigi e Andrea hanno iniziato una tournée che da Roma li porterà a toccare tutte le maggiori località italiane e non solo. Durante lo spettacolo, verranno riproposti alcuni dei loro più famosi sketch insieme ad altri  inediti. In più Gigi e Andrea saranno accompagnati da quella musica tanto cara al duo fin dagli esordi ai tempi di Guccini. Ad arricchire ulteriormente lo spettacolo ci saranno numerosi ospiti, sia colleghi attori e comici, che persone importanti nel percorso artistico di questa coppia che tanto divertimento ha portato nelle nostre vite.

di Anna Paratore

#gigieandrea #chefinehafatto #comici


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...