Detrazioni fiscali per disabili: farmaci, gite e acquisti online nel 730

13 aprile 2017 ore 10:16, Luca Lippi
Arrivano chiarimenti con la circolare 7/E/2017 pubblicata dall'Agenzia delle Entrate e dalla Consulta nazionale dei Caf, con la quale viene fatta luce sulle voci detraibili nella dichiarazione dei redditi 2017. Si tratta di un documento definito 'omnibus', che contiene tutte le indicazioni su deduzioni, detrazioni, crediti d'imposta e altri elementi rilevanti per il rilascio del visto di conformità. Particolare risalto tutte le deduzioni e detrazioni fiscali per spese sostenute in favore di disabili.

NEL DETTAGLIO
Vediamo tutte le deduzioni e detrazioni fiscali: acquisto auto, sussidi informatici, spese di assistenza, tutti i costi che abbassano le imposte.
Le spese sostenute in favore dei disabili possono essere dedotte dal reddito o detratte dalle imposte, inserendole all’interno del modello 730, quadro E. Vediamo, in questa breve guida, i principali benefici fiscali riconosciuti dalla Legge 104 in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi.

LEGGE 104 ACQUISTO VEICOLO
L’acquisto di veicoli per disabili dà luogo a 4 diversi benefici; le agevolazioni possono essere fruite per i veicoli acquistati per i seguenti soggetti:
– portatori di handicap grave (con minorazioni psichiche o mentali, titolari di assegno di accompagnamento, con pluriamputazioni);
– disabili con capacità motorie ridotte o assenti;
– sordi;
– non vedenti.
Detrazioni fiscali per disabili: farmaci, gite e acquisti online nel 730
Le agevolazioni fiscali, cumulabili tra loro, consistono, nel dettaglio:
–  in una detrazione dall’Irpef del 19% del costo dell’auto (sino a 18.075,99 euro); la detrazione deve essere indicata nel 730 o Modello Unico, e può essere effettuata in un’unica soluzione o in 4 quote annuali di pari importo;
– nell’applicazione dell’Iva al 4% sull’acquisto dell’auto;
– nell’esenzione perpetua dal bollo auto;
– nell’esonero dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.
La detrazione fiscale non riguarda il solo costo di acquisto ma anche quello delle riparazioni. I veicoli per i quali può essere fruito il beneficio sono:
– autovetture;
– autoveicoli specifici e per il trasporto promiscuo;
– autocaravan;
– motocarrozzette;
– motoveicoli per il trasporto promiscuo;
– motoveicoli specifici.
Le spese possono essere detratte dal disabile o dal familiare che lo ha fiscalmente a carico.
 
DETRAZIONI IRPEF PER FIGLI DISABILI A CARICO
I genitori che hanno a carico figli con handicap grave, ai sensi della Legge 104, hanno diritto a un aumento di 400 Euro della detrazione per figli a carico. In pratica, per i figli minori di 3 anni, la detrazione teorica sarà pari a 1.620 Euro anziché 1.220, mentre sarà di 1.350 Euro anziché 950 per gli altri figli.
La detrazione, normalmente, va ripartita al 50% tra i genitori.
Deduzione delle spese mediche generiche e di assistenza specifica
Le spese mediche generiche e di assistenza specifica sostenute a favore dei disabili possono essere dedotte integralmente dal reddito, sia dal disabile che dal familiare che lo ha a carico.
Sono spese di assistenza specifica:
– l’assistenza infermieristica e riabilitativa;
– le prestazioni fornite dagli OSS;
– le prestazioni fornite dagli educatori professionali;
– le prestazioni fornite dagli addetti all’assistenza di base;
– le prestazioni fornite dai coordinatori delle attività assistenziali di nucleo;
– le prestazioni fornite dagli addetti all’attività di animazione e di terapia occupazionale.
 
DETRAZIONE DELLE SPESE SANITARIE PER I DISABILI
Danno invece diritto a una detrazione del 19% le seguenti spese sanitarie per i disabili:
– acquisto di mezzi d’ausilio alla deambulazione;
– spese mediche specialistiche a favore del disabile;
– acquisto di apparecchi correttivi, poltrone per inabili e minorati e di ulteriori ausili specifici.
Detrazione delle spese di assistenza per i non autosufficienti
Le spese di assistenza per i soggetti non autosufficienti possono essere detratte dalle imposte (sia da parte dell’interessato, che dei familiari che lo hanno a carico), sino a 2.100 euro l’anno, se il reddito non supera 40.000 euro.
La non autosufficienza non va confusa con l’handicap o con l’invalidità: è considerata non autosufficiente, infatti, una persona non in grado di compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita.

DETRAZIONE COSTI DI ACQUSTO E MANTENIMENTO CANI GUIDA
Per quanto riguarda i soggetti non vedenti, può essere detratto dalle imposte il 19% dell’intero costo  di acquisto del cane guida. È possibile detrarre, però, l’acquisto di un solo cane una sola volta in un periodi di 4 anni; il costo può essere detratto in 4 rate uguali. È inoltre prevista una detrazione forfettaria pari a 516,46 euro, per il mantenimento del cane guida.
Detrazioni dei costi per il servizio d’interpretariato
Per quanto riguarda i soggetti non udenti, i costi per i servizi d’interpretariato possono essere detratti nella misura del 19%.
Detrazione dei costi per l’abbattimento delle barriere architettoniche
Tutte le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche, come l’adattamento di un ascensore o la costruzione di rampe, beneficiano di una detrazione Irpef del 36%, per la parte che eccede la quota di spesa su cui è stata già goduta la detrazione per ristrutturazione edilizia.
Anche in questo caso il beneficio è valido per il disabile o per i parenti che lo hanno a carico.

AGEVOLAZIONI FISCALI ACQUISTO DI PC E SUSSIDI INFORMATICI
I costi per l’acquisto di mezzi tecnici ed informatici (come pc, fax, modem, tablet e telefoni), per i portatori di handicap grave ai sensi della Legge 104, sono detraibili al 19% dalle imposte e godono dell’applicazione dell’Iva agevolata al 4%.
Deve trattarsi, però, di apparecchiature utili a facilitare la comunicazione, l’accesso all’informazione ed alla cultura, l’elaborazione scritta o grafica ed il controllo dell’ambiente.
Altre agevolazioni fiscali Legge 104
Vi sono anche altre agevolazioni tributarie meno conosciute, a favore dei disabili. Tra queste, ricordiamo:
– l’esenzione dalla tassa sulle imbarcazioni;
– la franchigia di un milione e mezzo di euro sull’imposta sulle successioni e sulle donazioni;
– l’ aliquota Iva al 4% per l’acquisto di prodotti editoriali specifici.

IN CONCLUSIONE
Sono considerate persone con disabilità - specifica la circolare - coloro che presentano una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione e che per tali motivi hanno ottenuto il riconoscimento dalla Commissione medica o da altre commissioni mediche pubbliche che hanno l'incarico di certificare l’invalidità civile, di lavoro, di guerra, ecc.
La detrazione, nella misura del 19%, spetta sull'intero importo della spesa sostenuta e può essere fruita anche dal familiare del disabile che ha sostenuto la spesa, a condizione che il disabile sia fiscalmente a suo carico. La detrazione spetta per le spese riguardanti i mezzi necessari all'accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento e per sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l'autosufficienza e le possibilità di integrazione delle persone con disabilità. Nello specifico, rientrano nelle spese detraibili quelle sostenute per il trasporto in autoambulanza del disabile in quanto spesa di accompagnamento e quelle riguardanti il trasporto del disabile effettuato dalla ONLUS che ha rilasciato regolare fattura per il servizio di trasporto prestato.

#Mod730/2017 #Spese #detrazioni #disabili
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...