Grecia: Eurogruppo contro Tsipras, ma Moscovici blinda gli aiuti

15 dicembre 2016 ore 17:08, Andrea De Angelis
L'Europa litiga sulla Grecia ed è botta e risposta tra il commissario agli Affari Economici e l'Eurogruppo. Non è di certo la prima volta che le istituzioni continentali discutono circa il Paese ellenico, ma questa volta i problemi sembrano essere sì politici ed economici, ma anche a livello di comunicazione.

Si accende lo scontro tra Commissione europea ed Eurogruppo, con il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, che sconfessa gli annunci giunti ieri dal presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, tramite una portavoce, sulla sospensione di alcune misure a favore della Grecia.
"L'Eurogruppo - ha detto Moscovici a margine della riunione del Pse prima del vertice europeo a Bruxelles - è la riunione dei ministri delle Finanze. Perché si arrivi al blocco serve l'unanimità e la Commissione deve esprimere il suo punto di vista. La Commissione rappresenta l'interesse generale e il suo punto di vista è diverso".

Grecia: Eurogruppo contro Tsipras, ma Moscovici blinda gli aiuti
Ieri una portavoce di Dijsselbloem ha riferito via Twitter che "le Istituzioni" (cioè la Troika) e alcuni Stati membri ritengono che "le azioni del governo greco sembrano non essere in linea con gli accordi". Già questa sera il Parlamento greco voterà queste misure a favore dei pensionati più poveri. Tsipras ha difeso il proprio "diritto" a prendere una decisione del genere. E arrivato al Consiglio europeo a Bruxelles, Tsipras ha ribadito che "è tempo di fare un passo avanti, avrò la possibilità di discuterne con i colleghi. Possiamo fare un passo avanti, senza ricatti e con il rispetto per la sovranità del Paese". Dalla sua parte sembra esserci la Francia che si è opposta alla decisione dell'Eurogruppo di ritirare le misure approvate lo scorso 5 dicembre per alleviare il carico di debito della Grecia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...