Tracollo Blackberry: market share a zero, ma spera in Mercury

17 febbraio 2017 ore 18:33, Adriano Scianca
Quando esplose la mania degli smartphone, il settore era dominato da due modelli: il Blackberry e l'iPhone. Il secondo puntava sulla superficie liscia e priva di pulsanti, il primo, invece, li moltiplicava, portando sul telefonino una mini-tastiera simile a quella dei pc. Iphone era per i creativi, per i giovani, Blackberry per i professionisti e i manager. La mora contro la mela. 

Tracollo Blackberry: market share a zero, ma spera in Mercury

Il dualismo durò poco: a un certo punto, Apple prese il largo. E Blackberry? Sempre peggio, fino a sprofondare in una crisi nera. Nell’ultimo trimestre del 2016, per dire, ha venduto poco più di 200mila smartphone, che corrispondono allo 0,04 per cento delle vendite totali (431 milioni). Un trend che rispecchia quello dell'anno passato, nel quale si era fatta registrare la cifra dello 0,2 per cento. L’azienda canadese è precipitata a una percentuale di market share inferiore all’1% e prossima allo zero. L’hardware di Blackberry è ormai prodotto dalla cinese TCL, ma i numeri di dispositivi venduti hanno toccato il fondo. 

Nonostante tutto, il brand canadese sarà presente al Mobile World Congress di Barcellona, dove presenterà la sua attesa novità, ossia lo smartphone il cui nome in codice è Mercury. I produttori con il maggior successo nella classifica di Gartner sono invece: Samsung col 20,5% del mercato, Apple col 14,4%, Huawei con il 9% del mercato globale. Particolarmente interessante la crescita di Apple e di Huawei rispetto all'anno passato.
#Blackberry #Mercury #smartphone 
caricamento in corso...
caricamento in corso...