Mediaset-Vivendi, Berlusconi spera nei soci italiani: Bolloré gioca a "carte coperte"

02 gennaio 2017 ore 16:31, Americo Mascarucci
"Per arrivare al 51% io spero che quei comitati per la difesa dell’italianità di Mediaset possano portarci a contare sul voto di circa il 20% delle azioni che sono nelle mani di differenti azionisti". 
Lo scorso 21 dicembre, nel manifestare il proprio ottimismo sulla possibilità di frenare la scalata dei francesi di Vivendi alle proprie televisioni, Silvio Berlusconi aveva citato per la prima volta i Comitati per la difesa dell’italianità di Mediaset. 
Si tratterebbe di un gruppo di azionisti con un 15-20% del capitale. 
Fininvest potrebbe avere così dalla sua parte fino al 51% di Mediaset contro la Vivendi di Vincent Bolloré ferma al 29,7%. 
Silvio Berlusconi ha incrementato dal 34% al 39,7% la partecipazione di Fininvest in Mediaset ma non potrà fare oltre fino al prossimo aprile.
Da qui quindi il soccorso di altri azionisti italiani pronti a difendere l'italianità del colosso delle televisioni.
Mediaset-Vivendi, Berlusconi spera nei soci italiani: Bolloré gioca a 'carte coperte'
 
Vivendi dopo l'annuncio del soccorso dei comitati da parte di Berlusconi incrementava ulteriormente la quota fino alla soglia massima consentita prima dell’opa obbligatoria (che peraltro i francesi non hanno mai escluso di potere lanciare). 
Berlusconi, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, sarebbe stato direttamente contattato da alcuni azionisti, piccoli soci ma anche con quote corpose, che si sono detti pronti a sostenere le posizioni di Fininvest. 
Si tratterebbe in particolare di soci storici, gente che è dentro il capitale del gruppo televisivo fin dai tempi della quotazione di ormai vent’anni fa, uno sbarco in Borsa guidato allora da Banca di Roma e Banca Imi. A conti fatti, in questo modo la famiglia Berlusconi avrebbe dalla sua un esercito ausiliario che porterebbe il fronte italiano in maggioranza assoluta dentro Mediaset, così da neutralizzare le mosse dei francesi.
Intanto la notizia dell'ingresso di nuovi azionisti anti-Vivendi ha fatto rialzare Mediaset a Piazza Affari con un rialzo dell'1,12% a 4,156 euro.
Vivendi  dal canto suo non ha ancora dato indicazioni puntuali sulla strategia che vuole seguire né ha fatto capire se in questa partita sarà prima o poi coinvolta Telecom Italia, di cui Vivendi è primo azionista con il 24,7%.

caricamento in corso...
caricamento in corso...