Bonus: sicurezza al 100% detraibile se presentata domanda in tempo

31 marzo 2017 ore 12:18, Luca Lippi
Bonus sicurezza, l’Agenzia dell'Entrate concederà un credito di imposta del 100% delle spese sostenute purché sia stata inoltrata la domanda entro il 20 marzo. L’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o di sistemi di allarme è stata oggetto sia di un provvedimento sia di una risoluzione nella giornata di ieri. In particolare l'Agenzia ha chiarito che spetta un credito d'imposta agevolabile al 100% dell’importo richiesto sulle spese sostenute nel 2016 relative
-all’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale (o di sistemi di allarme), 
-ai contratti stipulati con istituti di vigilanza per la prevenzione di attività criminali.
L’importo agevolabile è quello che risulta dalle istanze validamente presentate fino al 20 marzo 2017. Il credito d’imposta può essere utilizzato in compensazione presentando il modello di pagamento F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, pena lo scarto dell’operazione di versamento. Il codice tributo da utilizzare è stato istituito con la Risoluzione 42/E di ieri, ed è “6874” che deve essere inserito nella sezione “Erario”, nella colonna “Importi a credito compensati”.
Bonus: sicurezza al 100% detraibile se presentata domanda in tempo
L’Agenzia delle Entrate ha fissato al 100% il bonus fiscale istituito lo scorso anno e coperto dai 15 milioni stanziati per questo dalla legge di Stabilità 2016. Abbastanza per soddisfare tutte le domande pervenute.
A tale proposito ricordiamo tutti i bonus riconosciuti che entrano nel modello dichiarativo dei 730/2017:

-PREMI DI RISULTATO 
Da quest’anno è prevista una tassazione agevolata per i dipendenti del settore privato che percepiscono premi di risultato d’importo non superiore a 2.000 euro o a 2.500 euro se l’azienda coinvolge pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro. In particolare, se i premi di risultato sono percepiti in denaro, si applica un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali pari al 10%; se i premi invece sono percepiti sotto forma di benefit o di rimborso di spese di rilevanza sociale sostenute dal lavoratore, non si applica alcuna imposta.
Tetto di reddito, 50mila euro annui. Ricordiamo che la Legge di Stabilità 2017 incrementa ulteriormente il premio di produttività, ma a valere dall’anno fiscale 2017, quindi la novità riguarderà le dichiarazioni dei redditi 2018.

-REGIME SPECIALE PER I LAVORATORI IMPATRIATI
Questa è una novità introdotta dal decreto internazionalizzazione del 2015 (articolo 16 del decreto legislativo 147/2015), in base al quale i lavoratori altamente qualificati che rientrano in Italia dopo cinque anni trascorsi all’estero (e ci restano per almeno due anni), riducono l’imponibile al 70% del reddito prodotto.

-AGEVOLAZIONI PREVISTE DALLA “LEGGE DOPO DI NOI”
Dal periodo d’imposta 2016, per le assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave, l’importo massimo dei premi per cui è possibile fruire della detrazione del 19% è elevato a 750 euro. Sempre a partire dall’anno d’imposta 2016, è possibile fruire della deduzione del 20% di erogazioni liberali, donazioni e altri atti a titolo gratuito, complessivamente non superiori a 100.000 euro, a favore di trust o fondi speciali che operano nel settore della beneficienza.

-SCHOOL BONUS 
Per le erogazioni liberali di ammontare fino a 100.000 euro effettuate nel corso del 2016 in favore degli istituti del sistema nazionale d’istruzione è riconosciuto un credito d’imposta pari al 65% delle erogazioni effettuate, che sarà ripartito in 3 quote annuali di pari importo.

-SPESE ARREDO IMMOBILI GIOVANI COPPIE 
Nuova detrazione al 50%, fino a una spesa massima di 16mila euro, per l’acquisto di mobili da parte di giovani coppie (uno dei due deve avere meno di 35 anni), anche conviventi da almeno tre anni, destinati alla prima casa acquistata nel 2016. Detrazione al 19% sui canoni di leasing per la prima casa di contribuenti con reddito fino a 55mila euro: tetto massimo del canone 8mila euro per gli under 35, e 4mila euro per coloro che hanno più anni. Se nel 2016 è stato pagato il prezzo di riscatto, quest’ultimo non può essere superiore a 20mila euro per chi aveva meno di 35 anni al momento della stipula del contratto, o a 10mila euro per chi ha aveva già compiuto i 35 anni.

-SPESE PER CANONI DI LEASING PER ABITAZIONE PRINCIPALE 
È riconosciuta la detrazione del 19% dell’importo dei canoni di leasing pagati nel 2016 per l’acquisto di unità immobiliari da destinare ad abitazione principale ai contribuenti che, alla data di stipula del contratto, avevano un reddito non superiore a 55.000 euro. L’importo dei canoni di leasing per cui si può fruire della detrazione non può essere di importo superiore a 8.000 euro se, alla data di stipula del contratto, si hanno meno di 35 anni o di 4.000 euro se alla stessa data si hanno 35 anni o più. L’agevolazione spetta anche se nel 2016 sono stati pagati i prezzi di riscatto: in tal caso il prezzo del riscatto non può essere superiore a 20.000 euro se si aveva meno di 35 anni, a 10.000 euro se si aveva 35 anni o più.

-IVA PAGATA NEL 2016 PER L’ACQUISTO DI ABITAZIONI IN CLASSE ENERGETICA A OPPURE B 
A chi lo scorso anno ha acquistato un’abitazione di classe energetica A o B è riconosciuta la detrazione del 50% dell’Iva pagata nel 2016.

-DISPOSITIVI MULTIMEDIALI PER IL CONTROLLO DA REMOTO 
È riconosciuta la detrazione del 65% delle spese sostenute nel 2016 per l’acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative.

-DONAZIONI PER LE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE
Deduzione al 20% per erogazioni liberali, donazioni e altri atti a titolo gratuito, complessivamente non superiori a 100mila euro, a favore di trust o fondi speciali che operano nel settore della beneficenza.  

- UTILIZZO DEL CREDITO DEL 730 INTEGRATIVO 
Chi ha presentato un 730 integrativo da cui emerge un credito in proprio favore, ma lo ha fatto oltre i termini per la dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo, può utilizzare il credito in compensazione per saldare i debiti maturati a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione integrativa stessa

- VIDEOSORVEGLIANZA
È riconosciuto un credito d’imposta del 100% per le spese sostenute nel 2016 per impianti di videosorveglianza a condizione che la domanda sia stata presentata entro il 20 marzo

- IVA 
Detrazione del 50% dell’IVA pagata nel 2016 per l’acquisto di abitazioni di classe energetica A o B.

- DETRAZIONE SPESE PER CANONI DI LEASING PER ABITAZIONE PRINCIPALE 
E' riconosciuta la detrazione del 19 per cento dell'importo dei canoni di leasing pagati nel 2016 per l'acquisto di unità immobiliari da destinare ad abitazione principale, ai contribuenti che, alla data di stipula del contratto avevano un reddito non superiore a 55.000 euro.

-OTTO PER MILLE AI BUDDISTI
A partire da quest'anno, con il modello 730 sarà possibile destinare l’otto per mille anche all’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai (Ibisg).

L’Agenzia delle Entrate effettuerà dei controlli automatizzati su ciascun modello F24 ricevuto. Nel caso in cui il contribuente non abbia presentato l’istanza di attribuzione del credito d’imposta entro i termini previsti, o se l’importo del credito utilizzato in compensazione risulti superiore all’ammontare del credito spettante, il modello F24 viene scartato. L’esito negativo verrà comunicato al soggetto che ha trasmesso il modello F24 tramite apposita ricevuta consultabile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa, le persone fisiche non titolari di redditi d’impresa o di lavoro autonomo possono utilizzare il credito spettante in diminuzione delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi.

#BonusSicurezza #Videosorveglianza #Redditi #730/17 #Fisco #Bonus
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...