Bonus casa 2017 in scadenza: si rischia lo stop alle agevolazioni

05 luglio 2017 ore 11:22, Luca Lippi
Agli sgoccioli le agevolazioni sulla casa previste per il 2017. È opportuno dunque provvedere a fare preventivi o a raccogliere tutta la documentazione, per chi ha già provveduto. In sostanza, tutti i bonus casa che da anni sono stati prorogati per cercare di sostenere la spinta a una sorta di ripresa del mercato edilizio, pur non avendo prodotto alcuna feconda scintilla, in ogni caso sono l'offerta di una opportunità per chi vuole risparmiare. la conseguenza della non utilità alla ripresa di questi bonus inevitabilmente provocherà la non novazione dei provvedimenti. Facendo due conti, a qualcuno potrebbe risultare interessante godere di un privilegio (più di uno in realtà)  che non è affatto scontato possa riproporsi nel prossimo anno. Di conseguenza, è opportuno provvedere a fare preventivi, avviare lavori e acquistare mobili entro il 31 dicembre del 2017.
Bonus casa 2017 in scadenza: si rischia lo stop alle agevolazioni
Bonus ristrutturazione: la più importante misura in scadenza a fine anno è la detrazione del 50% sul recupero edilizio fino a una spesa di 96mila euro, che interessa sia i lavori nelle singole abitazioni sia quelli in condominio (compresa in questo caso la manutenzione ordinaria, come la tinteggiatura delle parti comuni).
Da quando è stata introdotta, il 26 giugno 2012, la detrazione extra large del 50% è stata prorogata cinque volte, ma sempre con le Finanziarie di fine anno. Non dovesse arrivare l’ennesima proroga, tutte le agevolazioni appena elencate dal 1° gennaio 2018 torneranno alla percentuale originaria del 36% su una spesa massima di 48mila euro.

Ecobonus - tra i Bonus Casa 2017 in scadenza come agevolazione si registra anche l’Ecobonus.  Questa agevolazione è stata utilizzata da oltre 320mila contribuenti nel 2016. Oggi è pari al 65% ma potrebbe subire un destino particolare dal 2018: eliminato per la riqualificazione delle singole unità immobiliari e già prorogato fino al 2021 per gli interventi su parti comuni condominiali. Addirittura, in quest’ultimo caso, con percentuali aumentate fino al 70 o 75% per gli interventi più complessi.

Bonus Casa 2017 - agevolazione a chi acquista abitazioni efficienti (classe energetica A e B). A partire da giorno 1?gennaio non ci sarà più la deduzione del 20% in otto anni sul prezzo delle case comprate da dare in locazione, introdotta nel 2014 e utilizzata da pochissimi contribuenti. Come non ci sarà più un’altra misura, molto più vantaggiosa dal punto di vista economico: la possibilità di detrarre in dieci anni dall’Irpef il 50% dell’Iva pagata per acquisti di case dal costruttore.

Cedolare secca -  in scadenza anche la cedolare secca al 10% sugli affitti a canone concordato, introdotta per il quadriennio 2014-17 dal decreto casa (Dl 47/2014). Senza interventi di legge ci saranno novità importanti: sui canoni maturati dal 1° gennaio si tornerà a pagare l’aliquota del 15%.

#BonusCasa #ultimoanno #Rincorsa #Agevolazioni #CedolareSecca #Ecobonus #Ristrutturazione

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...