Justin Bieber agli I-Days in anticipo tra fuochi d'artificio e peperoncino

19 giugno 2017 ore 13:57, Micaela Del Monte
Si sono conclusi ieri sera gli I-Days di Monza, il festival musicale nato nel 1999. A chiudere i 4 giorni di musica che hanno incantato adolescenti e non solo è stato Justin Bieber. Il cantante canadese si è infatti presentato a Monza per l'unica tappa del suo tour estivo cantando brani dance come "Where Are Ü Now", realizzata con Skrillex e Diplo, e "Get Used To It". 

Justin Bieber agli I-Days in anticipo tra fuochi d'artificio e peperoncino
LA SCALETTA -
Anche il Bieber romantico è riuscito ad andare a segno: imbracciata la chitarra acustica, ha messo in mostra il lato più malinconico, intonando "Love Yourself", scritta per lui da Ed Sheeran, e "Been You". Tra raggi laser e danza la star ha proposto anche "As Long As You Love Me", una delle poche concessioni al repertorio più datato insieme con l'acclamatissima "Baby", uno dei singoli che lanciò il cantante nel 2010, allora solo 15enne. Bieber lancia una dedica ai papà presenti per quella che nel calendario americano è la giornata del papa' ("E anche al padre definitivo, Gesu' Cristo", dice ) e fa ammenda dei suoi errori prima di intonare "Purpose" e chiudere con la hit più attesa che segna il culmine dello show, "Sorry", con la quale Justin saluta i suoi fan in visibilio. 

PEPERONCINO - Nonostante il suo passato da vip turbolento Bieber non ha deluso le aspettative: è salito sul palco con addirittura quaranta minuti di anticipo (cogliendo molti di sorpresa) e ha ballato e cantato per un'ora e mezza. Unica nota stonata di un buon concerto (seppure con le basi vocali, che però in un live così pop non sono più una vergogna), un piccolo incidente sul finire. Come già successo in altri eventi dedicati ai più giovani (per esempio il concerto di Marracash e Guè Pequeno a Venaria), qualcuno ha gettato delle fialette al peperoncino fra la folla, creando momenti di panico. Fortunatamente, l'emergenza è subito rientrata e la sicurezza è stata abile a tranquillizzare i giovani e a permettere al concerto di proseguire senza ulteriori intoppi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...