Gli immigrati fanno paura a quasi metà degli italiani. Effetto Lega

13 settembre 2017 ore 15:42, Luca Lippi
In Italia sale la paura verso gli immigrati, la percentuale è al picco massimo di 46%. Il dato è importante perché rilevato dall’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza, la percezione di insicurezza tocca il 46% degli italiani. Si tratta della percentuale più elevata degli ultimi dieci anni. Bisogna, infatti, risalire all'autunno del 2007 per trovare un indice più elevato. Allora si era arrivati il 51%. 
Ovviamente cresce il numero degli stranierei e contestualmente aumentano le occasioni di contatto tra italiani e migranti. Secondo un’indagine di Demos, cresce il sentimento di paura anche se in qualche modo si cerca di far riflettere sul fatto che la ptresenza dei migranti ha una sua utilità. Sempre più cittadini pensano che gli immigrati debbano integrarsi, adeguandosi però alla cultura e alle tradizioni italiane. Al tempo stesso, è largamente condivisa l'idea che possano godere dei diritti di cittadinanza, come quello di voto.
Gli immigrati fanno paura a quasi metà degli italiani. Effetto Lega
Lo straniero in genere è sempre stato tollerato o comunque ben accettato dagli italiani che vivendo in parte di turismo ha sempre avuto l’abitudine al contatto con persone provenienti da altre culture, tuttavia l’immigrato, finchè è stato un fenomeno mediatico per tanti, è stato più tollerato che accettato. Qundo la diffusione e l’inserimento nella società si è fatto strumentale, allora sono cominciati i problemi.

I DATI ANALITICI
Nella quotidianità per molti italiani, l’immigrato si configura come segue: più di uno su tre afferma di avere amici tra gli immigrati, oppure di avere contatti in ambito lavorativo (36%). Una percentuale appena inferiore ha degli immigrati come vicini di casa (27%), come compagni di scuola dei propri figli (33%). Sempre più spesso sono a servizio presso le nostre abitazioni o assistono, come badanti, un nostro famigliare.

I TIMORI
Alla crescita della presenza straniera si associano, tuttavia, timori e preoccupazioni. Negli ultimi anni è cresciuto nuovamente il numero di quanti vedono l'immigrazione come un problema per l'ordine pubblico (43%), che torna quasi sui livelli registrati nel 1999. L'allarme sociale, rispetto al passato, investe però anche altre dimensioni: si è allargata, in particolare, la componente che percepisce gli immigrati come un pericolo per l'identità nazionale, la cultura, la religione (35%), oppure come un pericolo per l'occupazione (34%). Si tratta di percezioni fortemente legate all'età, con i giovani a mostrare maggiore apertura e all'orientamento politico. Gli elettori del centrodestra appaiono più preoccupati per l'integrità culturale e per la sicurezza. Quelli di centro-sinistra, per converso, riconoscono agli immigrati il ruolo di risorsa per lo sviluppo economico e di stimolo all'apertura culturale.

DIFFIDENZA
Un sentimento di diffidenza più elevato, secondo Demos, si evidenzia tra i soggetti che non hanno contatti con gli immigrati, o tra quelli che li frequentano solo in modo saltuario: risultati che segnalano, quindi, un diffuso pre-giudizio. Rispetto ai diversi gruppi nazionali, il maggiore grado di diffidenza si indirizza verso le persone provenienti dai paesi arabi (34%), seguite dagli immigrati di origine balcanica e dai cinesi (43%). Verso questi ultimi, peraltro, il sentimento di fiducia è calato sensibilmente.
Per effetto dei trend appena illustrati, gli italiani, rispetto a qualche anno fa, condividono maggiormente una idea di integrazione che prevede l'adeguamento alla nostra cultura (dal 37 al 58%), mentre solleva maggiori perplessità il modello basato sul mantenimento delle tradizioni di origine (dal 48 al 25%). Non è venuta meno, però, la disponibilità alla concessione dei diritti. Ben tre persone su quattro e quasi la totalità degli elettori di centro-sinistra pensano che gli immigrati debbano avere accesso alle case popolari. Estendere il diritto di voto agli immigrati (regolari) è, da anni, ritenuto giusto dalla maggioranza degli italiani: il 75% è d'accordo nel caso delle elezioni amministrative; il 65% anche per quelle politiche.

#Immigrati #Paura #Crescita #Pericolo #Italiani
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...