Tutti da Silvio appassionatamente: chi sono i parlamentari diretti in FI

16 giugno 2017 ore 14:06, Americo Mascarucci
Grandi manovre in Parlamento in vista delle prossime elezioni politiche. Pare che dopo i risultati delle elezioni amministrative dell’11 giugno in Forza Italia sia ripartita la politica delle porte girevoli. Silvio Berlusconi si sa è come il padre del figliol prodigo di evangelica memoria e quindi non c’è da stupirsi se molti di quelli che busseranno alla porta o torneranno all’ovile saranno riaccolti a braccia aperte. Non è dato sapere se poi al ritorno si accompagnerà anche il rito dell’uccisione del vitello grasso. Di ritorni eccellenti in casa berlusconiana se ne sono già visti negli ultimi tempi in abbomdanza da parte di chi, ritenendo il berlusconismo ormai al tramonto aveva cercato altri comodi lidi: l’ex ministro Nunzia di Girolamo per esempio, l’ex presidente del Senato Renato Schifani, l’ex ministro ed europarlamentare Mario Mauro. Pentiti di aver seguito chi Monti e chi Alfano nell'avventura del centro moderato autonomo dal berlusconismo, sono tornati nella 2casa del padre".
Tutti da Silvio appassionatamente: chi sono i parlamentari diretti in FI

VERSO FI - Ad ogni modo chi sarebbero i nuovi acquisti in casa azzurra? Pare che ad indossare presto la maglia forzista potrebbe essere Valentina Vezzali campionessa del mondo di scherma, eletta in Parlamento nel 2013 con Scelta Civica. 
Altro parlamentare convertito sulla via di Arcore sarebbe Rocco Palese che in verità in Forza Italia c’è stato già. Si tratterebbe quindi nel suo caso di una ri-conversione. Proprio con il partito di Berlusconi ha ricoperto l’incarico di consigliere regionale in Puglia ed è stato eletto in Parlamento. Ha lasciato poi gli azzurri per seguire Raffaele Fitto nell’avventura di Conservatori e Riformisti, ma visti gli scarsi risultati sarebbe ora in procinto di tornare da Silvio. 
Anche l’ex grillina Vincenza Labriola potrebbe trovare accoglienza ad Arcore? Si tratterebbe in questo caso di una new entry dal momento che, eletta con il Movimento 5Stelle, una volta entrata in polemica con Grillo e i vertici del M5S è transitata al gruppo misto in attesa di migliore collocazione. E ora la migliore collocazione sarebbe proprio all’ombra di Silvio. 
Infine c’è Andrea Causin. Dal Partito Democratico a Scelta Civica il passo è stato molto breve grazie a Italia Futura di Luca Cordero di Montezemolo. Sarà altrettanto breve il passo che ora lo vedrebbe approdare sui lidi berlusconiani.  

GLI ALTRI - Questi i nomi più accreditati che circolano nelle stanze dei palazzi. Ma non sarebbero i soli. La fila fuori alla porta di Berlusconi sarebbe molto lunga. Forse qualcuno ha rinunciato a prendere il numeretto dopo che dalle parti di Alternativa Popolare hanno visto sfumare il temutissimo sbarramento al 5% previsto dal modello tedesco che di fatto avrebbe reso impossibile la rielezione di tutti i parlamentari alfaniani. Ma dopo la rottura fra Renzi e Alfano e il sempre più probabile ricompattamento del centrodestra con Fi e Lega, il timore di restare con il cerino in mano, e soprattutto fuori dal Parlamento, sta facendo venire i brividi a parecchi. Insomma il periodo delle migrazioni è davvero iniziato?

#Forzaitalia #Berlusconi #passaggi  

caricamento in corso...
caricamento in corso...