Migranti/Lo dicono i francesi. Kepel: "Italia non può diventare discarica"

17 luglio 2017 ore 10:12, intelligo
"Occorre assolutamente che i leader europei, in particolare di Francia, Germania e Italia, si riuniscano a Bruxelles per elaborare una politica comune di fronte al problema migranti. L'Italia non può accogliere le navi straniere colme di migranti, come del resto non può diventare la discarica delle masse di persone che arrivano dall'Africa e dal Medio Oriente mentre l'Europa non fa nulla per aiutarla". L'intervista è apparsa sul Corriere della Sera ed è a Gilles Kepel, politologo e accademico francese. 
"Nei confronti della questione migranti - spiega Kepel - l'Europa sta conducendo una politica assolutamente irresponsabile. Manca un coordinamento gestito da Bruxelles. L'Italia non può diventare uno spazio grigio dove arrivano i migranti senza alcun controllo e senza alcun coordinamento con gli altri partner di Bruxelles. Si rischia in questo modo di destabilizzare l'Italia in vista degli importanti appuntamenti elettorali dei prossimi mesi. E la questione migranti - avverte - rischia di spostare il vostro elettorato verso le destre nazionaliste e il Movimento 5 Stelle". "E' tempo - sottolinea Kepel - che le istituzioni europee smettano di disperdersi nei rivoli burocratici infiniti dei loro meccanismi interni e assumano finalmente le loro responsabilità", "occorre darci criteri di accoglienza e di divisioni dei compiti. Senza questo l'Italia diventerà sempre più una zona anarchica di accoglienza. La Germania continuerà  a scegliere a suo piacimento gli elementi migliori tra i migranti. La Francia sempre più sarà costretta a ricevere i migranti che la Germania espelle. Mentre i Paesi dell'Est europeo continueranno a rifiutarli tout court".
Migranti/Lo dicono i francesi. Kepel: 'Italia non può diventare discarica'
GERMANIA: Un duro attacco. quello di Kepel, alla cancelliera Angela Merkel che solo ieri, in un'intervista che andrà in onda stasera, ha ribadito: "Il tetto limite non lo accetteremo“. E' dunque contraria all’introduzione di un limite ai migranti in Germania: “Abbiamo punti in comune con la Csu nel voler ridurre i profughi e combattere le cause della fuga dei migranti. Ma senza un tetto limite”, ha aggiunto poi a proposito delle preoccupazioni degli alleati bavaresi, che l’anno scorso hanno incalzato su questo.
Merkel ha anche assicurato che se vincerà le prossime elezioni, a settembre, resterà per quattro anni, "per tutta la durata della prossima legislatura". 

FRANCIA: Insomma due visioni completamente diverse mentre in Francia il presidente Macron sta muovendosi strategicamente, contro la Ue e contro l'Italia. "Abbiamo informazioni da più parti che la Francia ci sta rimandando indietro anche minori. Se la notizie fosse confermata sarebbe gravissima, perché costituirebbe una grave violazione dei diritti dell'infanzia. All'Ue chiediamo dunque di parlare meno e di aprire un'indagine sulla natura dei respingimenti della Francia verso l'Italia, verificando se davvero Parigi ci riporta indietro anche minori" aveva affermato ieri il vice presidente della Camera M5S Luigi Di Maio in diretta facebook dal valico basso della frontiera Italia-Francia a Ventimiglia.

#migranti #francia #italia
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...