Testimoni di Geova al bando in Russia, vince Putin: "Estremisti divisivi"

21 aprile 2017 ore 12:50, Americo Mascarucci
I Testimoni di Geova da oggi sono fuorilegge in Russia, lo ha decretato una sentenza della Corte Suprema che ha di fatto bandito il movimento religioso accusato di estremismo e di creare discordia fra le religioni. La sentenza conferma una decisione presa dal ministero della Giustizia russo a inizio aprile, quando inserì il movimento in una lista di gruppi estremisti che contiene anche lo Stato Islamico e al Qaida. Non appena la sentenza entrerà in vigore, circa 175mila fedeli russi rischieranno multe tra 300mila e 600mila rubli (circa 5mila-10mila euro) e il carcere da sei a 10 anni se sorpresi a pregare.
Testimoni di Geova al bando in Russia, vince Putin: 'Estremisti divisivi'

LE ACCUSE - I Testimoni di Geova sono accusati di praticare una fede radicale e di non possedere uno spirito patriottico. Viktor Zhenkov, un avvocato che rappresenta il movimento in Russia, ha spiegato che intende fare ricorso alla sezione di appello della Corte Suprema, ed eventualmente di sottoporre il caso alla Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo.
"Siamo scioccati da quest'ingiustizia. Durante il processo il ministro della Giustizia non ha presentato alcuna prova d'estremismo. Abbiamo semmai ascoltato numerose testimonianze inconfutabili sulla nostra innocenza. Siamo tornati all'era sovietica quando noi Testimoni di Geova eravamo perseguitati", commenta da San Pietroburgo Sivulskij, portavoce della congregazione russa che ricorda: "Mio padre trascorse sette anni in prigione, inclusi sei mesi in isolamento. Mia madre, appena diciottenne, venne condannata a 10 anni di carcere. Fu rilasciata dopo quattro grazie a un'amnistia alla morte di Stalin, ma dovette andare in esilio in Siberia insieme alla sua famiglia".  
Dopo le persecuzioni, i Testimoni di Geova erano tornati liberi di professare la loro fede al crollo dell'Urss nel 1991. "Sembrava che avessimo riconquistato la libertà, ma non è così. Andremo in prigione di nuovo. Non smetteremo di credere nel nostro Dio e di praticare la nostra religione. Non abbiamo smesso sotto il regime sovietico, non smetteremo nel ventunesimo secolo", 

IL MOVIMENTO - I testimoni di Geova si definiscono movimento religioso, cristiano, teocratico, millenarista e restaurazionista, originariamente denominati "Studenti Biblici".  Drivano dalla congregazione di un gruppo di studenti della Bibbia fondata nel 1870 in Pennsylvania da Charles Taze Russell, e sostengono di praticare il ripristinato cristianesimo del I secolo. Secondo il rapporto del Corpo direttivo, al 2016, sono 8.340.847 i testimoni di Geova attivi in tutto il mondo.
Il loro movimento pone l'accento su una interpretazione delle Sacre Scritture, considerate come parola di Dio infallibile. L'attività interpretativa è svolta dal corpo direttivo dei Testimoni di Geova nella sede centrale dei testimoni di Geova a Warwick, New York.
La questione della corretta interpretazione della Bibbia è centrale nel movimento: la sua stessa fondazione si deve alla volontà di ritornare ad una lettura considerata più esatta del testo biblico attraverso il suo studio da parte di un gruppo di devoti, quando il movimento non aveva ancora un nome ufficiale Essendo lo studio della Bibbia l'esigenza principale di ogni fedele, vengono stampate e diffuse gratuitamente copie della Bibbia in tutte le principali lingue del mondo. I testimoni hanno inoltre un sito web ufficiale che consente sia la lettura della loro traduzione della Bibbia on-line in moltissime lingue sia il raffronto di ogni singolo passo con analoghe citazioni in ogni altro punto della Bibbia. 
Per le loro posizioni "intransigenti" i Testimoni di Geova hanno avuto scontri con le altre religioni cristiane, la Chiesa cattolica ma anche quella ortodossa russa che li hanno accusati di aver stravolto il messaggio biblico interpretando erroneamente molti passi. Inoltre il Movimento è finito più volte sotto accusa anche per alcune posizioni giudicate appunto estremiste come ad esempio il divieto delle trasfusioni di sangue.
Un anno fa ai Testimoni di Geova era stato intimato dalle autorità russe di cessare ogni attività, ordine che però era stato impugnato in Tribunale. I giudici però hanno respinto il ricorso e ora hanno decretato il bando per tutti i seguaci. 


#testimonidigeova #bando #russia
caricamento in corso...
caricamento in corso...