Nicky Hayden in fin di vita dopo incidente in bici. In famiglia sono 4 piloti

19 maggio 2017 ore 8:47, Andrea De Angelis
"Le condizioni cliniche di Nicky Hayden restano estremamente gravi. Il giovane, che si trova ancora ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Bufalini di Cesena, ha riportato un grave politrauma con conseguente gravissimo danno cerebrale", recita il bollettino medico emesso ieri pomeriggio. La prognosi resta riservata. Pochissime dunque le speranze di guarigione per il campione di motociclismo che è rimasto coinvolto con la sua bicicletta in un pauroso incidente stradale. Ancora una volta, dunque, ci si interroga sulla sicurezza delle due ruote. Di recente Chris Froome è stato investito, ma fortunatamente il campione di ciclismo si è salvato. Non è andata così al povero Michele Scarponi, morto lo scorso 22 aprile vicino Ancona. 

Nicky Hayden in fin di vita dopo incidente in bici. In famiglia sono 4 piloti
L'INCIDENTE
Hayden è stato investito da una Peugeot mentre stava pedalando sulla sua bici da corsa a Misano Adriatico, nel Riminese, ad un incrocio con via Ca' Raffaelli con via Tavoleto, la strada che collega Riccione e, appunto, Tavoleto, cittadina sulle colline pesaresi. Come riporta puntualmente Rai News 24, nello scontro frontale con la vettura il pilota 36enne del Team Honda World Superbike è stato scaraventato sul cofano dell'auto e ha sfondato il parabrezza per poi rovinare a terra sull'asfalto mentre la bicicletta è volata nel fosso che costeggia la carreggiata. Soccorso dal 118, le sue condizioni sono apparse immediatamente gravi, con Hayden privo di conoscenza. 

TRAGICO DESTINO
Ci sono storie che si fa fatica a raccontare. Quelle di piloti abituati a viaggiare sopra i trecento chilometri orari, capaci di vincere titoli mondiali e di lasciare tutti con il fiato sospeso solo a vederli sfrecciare sulle loro piste. Uomini giovani, diventati campioni in un'età nella quale, a volte, non si sa neanche bene cosa fare in futuro. Nicholas Patrick "Nicky" Hayden è stato campione del mondo della MotoGP nel 2006 correndo con il numero 69, lo stesso usato dal padre quando gareggiava. Hayden viene infatti da una famiglia di motociclisti. Ha due fratelli, uno più piccolo ed uno più grande, rispettivamente Roger Lee Hayden e Tommy Hayden, entrambi piloti professionisti. Nicky, proprio come Schumacher, beffato mentre stava si praticando sport, ma ad una velocità ridicola rispetto "al solito". Il campione tedesco sugli sci, lui in bici. Ecco perché leggendo la notizia viene naturale pensare a colui che ha fatto le fortune della Ferrari. 

I MESSAGGI
Sono tanti i messaggi giunti dai colleghi in queste ore. "È una bruttissima notizia quella ricevuta ieri - ha raccontato Valentino Rossi - durante le prime ore è stato difficile rendersene conto. Ho parlato con un mio amico dottore che mi ha detto che fin dal primo momento la situazione era difficile per Nicky. È un bravissimo ragazzo, viene da una famiglia di corridori, credo che la situazione sia molto molto difficile, ma tutti speriamo per il meglio". "Hayden lo conosco dal 2008, è sempre stato molto carino con me. In Australia ho passato tanto tempo con lui ed è stato molto bello. Ci siamo divertiti tanto". Così Marc Marquez, pilota della Honda, ha commentato il tragico incidente. Un altro pilota che conosce bene Nicky è Pedrosa, compagni di squadra per 3 anni. "Quando ho vinto a Jerez dieci giorni fa, il primo messaggio di complimenti che ho ricevuto è stato il suo", ha rivelato ieri.

#NickyHayden #incidente #pilota 
caricamento in corso...
caricamento in corso...