In Italia 80mila bambini soffocati all'anno: come mangiare e star seduti

11 luglio 2017 ore 11:52, Americo Mascarucci
Arrivano nuove regole per prevenire il rischio soffocamento dei bambini durante i pasti. Le regole sono state predisposte dal Ministero della Salute alla luce di casi purtroppo sempre più elevati. Ogni anno infatti sarebbero circa 1000 i bimbi in Italia che vengono ricoverati in ospedale per soffocamento, numero destinato ad alzarsi a 80.000 se si considerano anche gli episodi di minore gravità. La maggior parte dei casi, tra il 60% e l’80%, è dovuta al cibo e molto spesso anche in presenza di adulti. E' dunque necessario avere chiari alcuni accorgimenti.
In Italia 80mila bambini soffocati all'anno: come mangiare e star seduti

LE LINEE GUIDA - Il documento è stato redatto da un Gruppo di lavoro multidisciplinare e multistakeholder, istituito presso la Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione (DGISAN), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), le Associazioni di categoria e con ricercatori esperti in materia, partendo dalla preparazione degli alimenti (domestica e relativa alla ristorazione) ed arrivando a considerare gli aspetti comportamentali del bambino durante i pasti.
Le Linee di Indirizzo in questione si propongono di individuare una modalità di intervento efficace, per famiglie ed operatori dei settori della ristorazione collettiva, per rendere la preparazione del pasto “sicura”, prevenendo nello specifico il soffocamento causato dal cibo, in bambini in età scolare e prescolare.
Le linee guida analizzano le caratteristiche dei singoli pasti consigliando come cuocerli, servirli e soprattutto farli deglutire al bimbo.
Particolare attenzione è raccomandata ad alimenti come uva, ciliegie, olive, mozzarelline, pomodorini, da tagliare in pezzi di circa 5 mm. Stessa allerta per alimenti di forma cilindrica come wurstel e carote che vanno tagliati prima in lunghezza e poi in pezzi più piccoli, mai a rondelle. Frutta e verdura cruda con consistenza dura o fibrosa, come mela, sedano e ananas, o verdure a foglia, vanno grattuggiati o sminuzzati finemente, rimuovendo bene filamenti e semi. Carne e pesce vanno invece cotti fino a quando diventano morbidi e poidevono essere tagliati in pezzi piccoli facendo attenzione a rimuovere spine e nervi. I legumi vanno schiacciati con una forchetta mentre fino a 5 anni sarebbe opportuno evitare caramelle, gomme e popcorn.
Importante anche la posizione del bambino mentre mangia a tavola perché anche questa se non corretta potrebbe facilitare il soffocamento. Il bambino deve mangiare a tavola, con la schiena dritta, non deve giocare e non deve deglutire cibo mentre piange o ride. E va sempre incoraggiato a fare bocconi piccoli e masticare bene.
Stare attenti a questi piccoli dettagli potrebbe rivelarsi davvero utile per evitare spiacevoli sorprese. 

#soffocamentobambini #lineeguida #consigli
caricamento in corso...
caricamento in corso...