Cime di rapa al botulino, si allunga la lista dei lotti ritirati e contaminati

11 ottobre 2017 ore 17:21, Micaela Del Monte
Ormai non si parla altro che di cibi contaminati. Formaggi, salumi, tacchino arrosto, spinaci e cozze, tutto ormai sembra avere come ingredienti principali elementi disturbanti e tossici come listeria, biotossine, mandragorasalmonella e chi più ne ha più ne metta. Oggi ad aggiungersi a tutti questi precedenti è la cima di rapa al botulino. 
Cime di rapa al botulino, si allunga la lista dei lotti ritirati e contaminati
Il prodotto alimentare sotto accusa sono le “Cime di rapa” in vaso di vetro da 400 grammi prodotte dalla società cooperativa Agricola Natura a.r.l. presso lo stabilimento della zona industriale di Casarano. Il prodotto in questione è riconoscibile in relazione al produttore, che risulta essere “Soc.Coop. Agr. Natura a.r.l. Z.I. Tronco A Lotto 27 , 73042 Casarano-Lecce”. L’azienda ha commercializzato i vasetti di cime di rapa al naturale con il marchio “Gusto del Salento”.

Come riferito dall’ISS, il botulismo alimentare è una patologia che può avere effetti anche molto gravi e che necessita di un rapido intervento e di periodi di recupero anche piuttosto lunghi:
"Il botulismo alimentare può colpire individui di tutte le età e non è trasmissibile da persona a persona. I sintomi solitamente si manifestano molto rapidamente, da poche ore a pochi giorni dall’ingestione della tossina (6 ore – 15 giorni). Tuttavia, mediamente, il periodo di comparsa dei sintomi è compreso tra le 12 e le 36 ore. Le persone che hanno ingerito la tossina sperimentano tutti i sintomi tipici di una paralisi neurale: annebbiamento e sdoppiamento della vista, rallentamento e difficoltà di espressione, fatica nell’ingerire, secchezza della bocca, debolezza muscolare che dalla parte superiore del corpo, spalle e braccia, passa agli arti inferiori, con paralisi successiva. Nei casi più severi, la paralisi dei muscoli coinvolti nella respirazione necessita che venga instaurata una respirazione assistita (ventilazione meccanica)".

COS'È' IL BOTULISMO ALIMENTARE
Il botulismo è una malattia rara ma particolarmente grave, causata da una tossina in grado di attaccare i nervi. I sintomi del botulismo in genere esordiscono con la comparsa di una debolezza dei muscoli che controllano occhi, viso, bocca e gola; il sintomo si estende in seguito a collo, braccia, tronco e gambe.
La malattia può colpire anche i muscoli coinvolti nella respirazione, coinvolgimento che può rivelarsi fatale, per questo è necessario rivolgersi immediatamente in Pronto Soccorso in caso di sintomi dubbi. La tossina responsabile è prodotta dal batterio Clostridium botulinum o, in alcuni casi, dai ceppi di Clostridium butyricum e Clostridium baratii.
Tutte le forme di botulismo possono essere letali e sono quindi considerate come emergenze mediche. Il botulino alimentare è un’emergenza per la salute pubblica, perché la contaminazione alimentare può riguardare molte persone contemporaneamente.
caricamento in corso...
caricamento in corso...