Migranti: 2700 ieri, oggi 3677. Sinistra ha perso su tutti i Frontex: è in crisi

12 luglio 2017 ore 13:43, intelligo
Migranti: 2700 ieri, oggi 3677. Sinistra ha perso su tutti i Frontex: è in crisi
Siamo oltre l'emergenza migranti, è ufficiale, con la sinistra che ora ammette l'impossibilità di accogliere tutti. Sono circa 2700 i migranti soccorsi ieri in una ventina di interventi coordinati dalla Guardia Costiera. Oggi sono in corso interventi che riguardano l'imminente arrivo in porti italiani di 3677 persone soccorse in precedenza.
Sempre oggi sono stati avvistati quattro gommoni, ed è stata ricevuta una chiamata per soccorrere un barcone sul quale si troverebbero circa 900 migranti. Nel dettaglio, la nave Peluso sbarca a Pozzallo 481 persone, mentre altre 423 arrivano a Trapani con la nave Phoenix (Ong). Sono inoltre in arrivo le navi delle Ong Open Harms, con 403 persone a bordo, Aquarius, con 860 persone, Vos Prudence, con 935 persone, e Vos Hestia, che trasporta 577 migranti.

DI MAIO: Intanto il vice presidente della Camera Luigi Di Maio attacca l'ex premier Renzi:"Ci hanno trasformato nel più grande porto d'Europa per vincere le Europee. All'unione europea non gliene frega nulla di salvare la gente in mare".
 "L'Italia ha accettato e autorizzato gli sbarchi esclusivamente nei propri porti in cambio di flessibilità perchè Renzi potesse dare i suoi bonus", ha aggiunto Di Maio, dopo avere incontrato il direttore di Frontex Fabrice Leggeri al Parlamento europeo. "Mi prendo tutta la responsabilità di dire che quanto deciso su Triton è legato alla maggiore flessibilità concessa al governo in quei giorni - ha aggiunto alla richiesta se avesse elementi a sostegno delle sue parole -, ce lo confermano anche ex ministri del governo Pd come Emma Bonino e Mario Mauro che erano ministri del governo Letta prima dello 'stai sereno' di Matteo Renzi".

SERRACCHIANI TUONA: "Siamo arrivati al momento in cui bisogna fare i conti che ci dicono che non c'è posto per tutti in Italia, dobbiamo assicurare un'accoglienza dignitosa e per farlo abbiamo bisogno di numeri diversi e di un aiuto che arrivi da altri porti di altri paesi e da altri luoghi di altri paesi". La presidente della regione Friuli Venezia Giulia, a margine del vertice del Balcani occidentali in corso a Trieste. S sul tema degli accordi europei auspica che vi sia un risultato concreto dal vertice trilaterale in programma tra poco tra Paolo Gentiloni, Angela Merkel e Emmanuel Macron e continua: "Deve funzionare - afferma la presidente - il progetto di ricollocamento alla base di Triton, l'Europa si deve assumere questa responsabilita'". C'è poi il tema della rotta Balcanica che si è chiusa dopo l'accordo con la Turchia "una rotta - aggiunge Serracchiani - che teniamo ben presente visto che sono paesi che per primi hanno messo il filo spinato ed i muri, paesi con i quali il dialogo deve restare aperto perché il tema non è solo italiano, europeo o Mediterraneo. E' importante - ha concluso Serracchiani - coinvolgere anche i paesi che sono extra Ue perchè con il loro prezioso intervento possiamo intervenire su quel fronte".


#migranti #soccorsi #guardiacostiera


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...