Capelli, è Low Poo mania: si lavano e si curano con nuove creme e balsami

02 agosto 2017 ore 11:51, Americo Mascarucci
L'hanno ribattezzata No Poo l'ultima noda che ha visto in prima linea le star di Holliwood. Si tratta di un nuovo metodo di lavatura dei capelli basato sul rifiuto dello shampoo considerato nocivo per la pelle e per l'ambiente. Al suo posto viene prediletto il balsamo o altre creme che hanno l'effetto di detergere i capelli senza produrre eccessiva schiuma o dispersione di acqua. Altra moda è invece quella ribattezzata Low Poo che non prevede l'eliminazione totale dello shampoo ma soltanto una limitazione delluso. L'affermazione di questa moda ha portato tuttavia nel tempo alla ricerca di nuovi prodotti in grado di sostituire il tradizionale shampoo e sono state tante le case di cosmetici che si sono affrettate a sperimentare creme o balsami in grado di rendere sui capelli lo stesso effetto dello shampoo.
Capelli, è Low Poo mania: si lavano e si curano con nuove creme e balsami

I NUOVI PRODOTTI
Su Vanity Fair è uscita un'intervista a Stéphane Lancien International Hairstylist di L’Oréal Paris, colosso beauty che ha appena lanciato sul mercato una linea di creme-shampoo, Elvive Low Poo, adatta anche per capelli colorati. "Generalmente - spiega nell'intervista - i prodotti shampoo e balsamo, chiamati anche 2 IN 1, hanno una formulazione costruita intorno ad un sistema di tensioattivi classici (per lo più tensioattivi solfati di natura anionica dall’elevato potere schiumogeno e detergente) ai quali vengono aggiunti degli attivi condizionanti che conferiscono anche delle proprietà districanti. I Low Shampoo di L’Oréal Paris hanno formule prive di tensioattivi solfati il cui cuore è costituito da un innovativo sistema di emulsionanti. Nello specifico si tratta di emulsionanti derivati dal cocco ed un emulsionante di natura cationica in grado di apportare nutrimento e morbidezza ai capelli oltre che di detergerli efficacemente, ma delicatamente. Questo impianto formulativo si traduce in una texture molto cremosa con un’azione lavante efficace e al contempo delicata. In ciascuna delle 2 formule sono inoltre stati inseriti degli attivi trattanti specifici a seconda della tipologia di capello: agenti nutrienti e 6 estratti oleosi di fiori preziosi per la referenza Olio Straordinario, pensata per i capelli secchi e fragilizzati; filtri UV, estratto di semi di lino e concentrato nutritivo per la referenza Color-Vive, specifica per capelli colorati e fragilizzati. Low Shampoo - aggiunge ancora - può essere utilizzato regolarmente, anche tutto l’anno. Ogni donna, valutando il proprio tipo di capello e il suo stato, può così decidere la sua beauty routine. Nel caso di capelli con forfora o di caduta stagionale, potrebbe essere interessante alternare l’uso di Low Shampoo con prodotti più specifici per questo tipo di problematiche. Il tempo di posa di 3 minuti permette alla formula di penetrare intensamente. Low Shampoo è un trattamento completo 3-IN-1: lava, districa e nutre senza bisogno di altri prodotti".

I CONSIGLI DELL'ESPERTA
Business Insider invece ha intervistato la celebre hair stylist del Drybar nell’Upper east side di Manhattan. Ariane Jones che ha illustrato i principali errori che si compiono nella cura dei capelli. Il consiglio dell'esperta è di utilizzare shampoo e balsamo senza solfati. Importante poi è rivolgersi al proprio parrucchiere di fiducia per sapere quale tipo di prodotto è più adatto alla propria capigliatura. Anche i capelli hanno caratteristiche diverse da individuo ad individuo, quindi anche la scelta dei prodotti non può seguire la moda ma tenere conto delle proprie specificità evitando trattamenti che, anziché rinvigorire, rischiano di far cadere i capelli anzitempo.

#capelli # balsamo #trattamenti
caricamento in corso...
caricamento in corso...