Lisomucil ritirato da Sanofi, i lotti con possibile contaminazione

20 giugno 2017 ore 11:46, intelligo
Un altro farmaco ritirato e questa volta si tratta di uno sciroppo per la tosse e per tutte le affezioni dell’apparato respiratorio accompagnate da catarro: il Lisomucil. E' la stessa casa produttrice Sanofi a scopo cautelativo, a chiederne il ritiro dalle farmacie come anche deciso da Federfarma Roma che segnala la nota dell’azienda pervenuta in data 19.06.2017. A causare il provvedimento sarebbe la "presenza di precipitato nei botticini di sciroppo". A confermare il sospetto ci sarebbero state le analisi eseguite sui campioni dei lotti oggetto del richiamo. Al centro dell'indagine delle cause un sito di produzione. 
Lisomucil ritirato da Sanofi, i lotti con possibile contaminazione
Ora le farmacie dovranno provvedere a immagazzinare in apposita area sicura le scatole suddette e poi predisporle per essere inviate ad Assinde (ritiro e smaltimento dei resi farmaceutici) con la prima tranche utile.

Ecco i lotti interessati dal provvedimento: 
I lotti oggetto del ritiro sono: LISOMUCIL*AD SCIR200ML S/Z 750 – AIC 023185097: Lotto Scadenza 332 Dicembre 2018; 333 Dicembre 2018; 334 Aprile 2018; 335 Aprile 2019; 336 Giugno 2019; 337 Giugno 2019; 5K0402 Luglio 2018 e 5K0421 Agosto 2018.
Attenzione: se qualcuno avesse a casa il prodotto, è invitato a non utilizzarlo il prodotto e a restituirlo in farmacia dove provvederanno all'invio come da prassi. 

#lisomucil #ritirato #sanofi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...