Samsung ci ricasca: esplode il Galaxy S6 Edge, ma non è Note 7 bis

22 dicembre 2016 ore 8:59, Adriano Scianca
Mentre Samsung sta cercando faticosamente di uscire dall'incubo Galaxy Note 7, il phablet la cui batteria aveva la cattiva abitudine di esplodere, adesso scoppia il caso degli S6 Edge. Sono già due gli smartphone che hanno preso fuoco: un numero che non si presterebbe a speculazioni catastrofiste, se appunto non ci fosse il rovinoso precedente che dicevamo. 

Samsung ci ricasca: esplode il Galaxy S6 Edge, ma non è Note 7 bis

La Samsung starà analizzando i due device per capire di cosa si tratta, ma finora non ha rilasciato alcuna comunicazione ufficiale, e la storia al momento si tinge di giallo. Il caso è scoppiato si Reddit, dove un utente ha postato le immagini dello smartphone bruciato. L'uomo ha raccontato che il telefono non aveva mai presentato alcun difetto fino a quel momento, e di colpo è esploso mentre non era né in carica, né in situazione di costrizione del display: il telefonino era tranquillamente adagiato sul comodino di camera sua, e all'improvviso si è surriscaldato ed è esploso. 

Un nuovo caso Note 7? Non proprio. I Galaxy S6 Edge sono in commercio da due anni e non hanno mai dato problemi, mentre la vita dell'altro prodotto è stata dura sin dall'inizio. In quel caso c'era un difetto di progettazione: troppo poco spazio per la batteria. Non così per gli S6 Edge, che sembrano costruiti a regola d'arte. Non resta, quindi, che attendere la risposta ufficiale della casa sudcoreana, che in queste ore sta cercando di capire l'accaduto, con la certezza che di fronte a un nuovo, eventuale caso Note 7, Samsung potrebbe anche non riprendersi.

caricamento in corso...
caricamento in corso...