Il segreto per vivere a lungo è "godere": le regole della vita felice

29 dicembre 2016 ore 18:24, Andrea De Angelis
Godersi la vita, con i suoi alti e bassi. Il benessere porterà la stessa ad allungarsi. Così per vivere tanto (e bene) sembra sia sufficiente godersi i propri anni, non lasciarsi andare alle difficoltà. In sostanza: goditi la vita e vivrai di più.
Un po' come quel proverbio, "aiutati che dio ti aiuta". Ammesso che sia davvero così. Ma questa volta non è la sola saggezza popolare ad invitare ciascuno di noi a piangersi meno addosso e a sorridere ogni giorno, bensì anche la scienza. O meglio, una ricerca condotta in una delle Università più prestigiose del vecchio continente. 

Il segreto per vivere a lungo è 'godere': le regole della vita felice
Tutto ciò emerge da uno studio condotto dall'University College di Londra, secondo cui esiste un legame tra la capacità di trarre sensazioni di benessere dalle situazioni della vita e una diminuzione del rischio di morte. La ricerca, pubblicata sul British Medical Journal, ha preso in esame la vita di quasi diecimila persona. 
Si tratta esattamente di 9.365 adulti inglesi con un'età media di 63 anni. Una cifra dunque importante. Il risultato può essere sintetizzato così: l'ottimismo non solo è, come si dice, il sale della vita, ma anche l'elisir della lunghezza di essa. E se la possibilità di scelta è per ciascuno di noi, tanto vale essere ottimisti. 
Come spiega bene TgCom24, i partecipanti sono stati chiamati a rispondere per tre volte a intervalli di due anni, tra 2002 e 2006, a questionari in cui dovevano valutare se ritenevano di provare queste sensazioni: "Mi piacciono le cose che faccio", "Mi piace stare in compagnia di altri", "Se guardo indietro alla mia vita provo un senso di felicità", "Mi sento pieno di energia in questi giorni". La tendenza a una mancanza di risposte positive a queste affermazione è stata riportata da 2.264 partecipanti, pari al 24%: circa un quarto dunque degli intervistati non era soddisfatto della propria quotidianità. Ma ecco cosa è successo.
Durante il periodo oggetto di studio, durato fino al 2013, ci sono stati 1.310 morti. Il tasso di mortalità è risultato più alto tra gli individui che avevano risposto a meno opzioni positive. Da qui la prova: chi è più soddisfatto, muore dopo. Il segreto di una lunga vita, forse, è proprio nascosto dentro di noi. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...