Dieta "tira e molla", una pausa ogni 14 giorni è mangia-chili

20 settembre 2017 ore 10:59, Micaela Del Monte
Vivere a dieta non è di certo conveniente, un po' per l'umore ma anche un po' perché ad un certo punto si rischia di smettere di dimagrire. Secondo gli scienziati, per ottenere maggiori benefici, non bisogna accanirsi eccessivamente sul conteggio delle calorie. Anzi, esattamente l’opposto: di tanto in tanto bisogna concedersi qualche pausa e mangiare come tutti gli altri. 

Dieta 'tira e molla', una pausa ogni 14 giorni è mangia-chili
RIATTIVARE IL METABOLISMO
Il risultato arriva da una recente ricerca australiana  La fase di riposo serve a riavviare infatti il metabolismo, permettendo di perdere più chili rispetto a quelli che si potrebbero avere in meno con una dieta che si mantiene costante nel tempo. Quando il corpo comincia a perdere una notevole quantità di peso a poco a poco finisce con il bruciare meno grassi, così quando l’individuo ricomincia a mangiare normalmente si ricomincia a bruciare normalmente.

STOP DI 14 GIORNI
Ecco perché gli studiosi consigliano una pausa di due settimane. I risultati arrivano da due gruppi di partecipanti ad un regime dietetico di 16 settimane. Uno dei due gruppi ha mantenuto un approccio costante alla dieta. L’altro l’ha interrotta per due settimane.Ne è risultato che le persone che facevano parte del gruppo della dieta ad intermittenza non solo hanno perso più peso corporeo, ma dopo la conclusione della dieta sono anche ingrassate di meno. Solo dopo 14 giorni di dieta normale si può ritornare a fare la dieta.

SISTEMA DI ADATTAMENTO 
Il nostro organismo, infatti, tende a cercare un nuovo equilibrio a causa della scarsità di calorie introdotte innescando un meccanismo che evita di perdere importanti risorse essenziali alla nostra salute. In pratica, la scarsità di calorie fa scattare un preciso sistema di adattamento che ha portato l’essere umano, negli anni passati, a sopravvivere a periodi di carestia.

L'ultima scoperta di cui avevamo parlato riguardo alla dieta era quella che evidenziava come gli orari in cui mangiamo influenzano non poco il risultato. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...