Barletta, denuncia via Instagram: Ambra "vigile" social e sociale anti-degrado

21 dicembre 2016 ore 9:59, intelligo
Una denuncia via Instagram. Ambra Angiolini social e sociale, come la sua denuncia. Colpa di una spiaggia abbandonata con i rifiuti sopra, circondata dal degrado. E' indignata l'ex conduttrice di Non è la Rai, l'attrice arriva a fare uno scatto su Instagram del lungomare di Barletta, in Puglia, denunciando abbandono e sporcizia.
Ci vuole una testimonial e lei aiuta i pugliesi, con tanto di Comune di Barletta che viste le foto partecipa con un like e si mette a rimuovere lo sporco.  
Barletta, denuncia via Instagram: Ambra 'vigile' social e sociale anti-degrado
Sui social network scoppiano i commenti, lei ringrazia tutti anche l’amministrazione ma con una promessa: per le vacanze tornerà a verificare. 
A volte basta una semplice foto per usare la propria popolarità al servizio della cittadinanza, una costa pulita poi può diventare simbolo di una battaglia di civiltà che anche la pulizia può rappresentare. E i residenti? Lo ritengono un bene, sono grati ad Ambra che è riuscita laddove loro avevano fallito.  Ma gli interventi di pulizia erano già previsti dice il Comune: “Ah sì? Mi va bene anche essere servita solo come acceleratore allora" risponde Ambra. 

Ma non molla l'osso: "Siccome sono tignosa, quest’estate andrò in vacanza a Barletta, così controllo. A ogni modo è pericoloso pensare che per risolvere le cose servano solo i vip. Io continuerò a farlo e gli esempi non mancano: Celentano, DiCaprio, Bardot, Gassman. Ma uno può aprire la porta, poi però per sfondare il muro bisogna essere in tanti”.
Poi Ambra racconta anche una serie di minacce ricevute dopo, incredibile ma vero, c'è una parte di città non contenta: "Mi hanno scritto di andarmene dalla città, che facevo una pessima pubblicità a Barletta… Speravo ci fosse accordo nel dire basta con questo schifo, invece c’è chi è più preoccupato di come “sembrano” le cose rispetto a come “sono”. Lei comunque insegna l'educazione ai suoi figli "con le tasche piene di carte" perchè "abbiamo una responsabilità come cittadini, spesso invece peggioriamo le difficoltà”. E continuerà a farlo. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...