Annuncio a Buckingham Palace. Elisabetta II e il successore (non scontato)

04 maggio 2017 ore 10:35, intelligo
Stamattina l'annuncio che lo staff di tutte le residenze della corona è stato convocato a Buckingham Palace. La notizia è apparsa stamattina sulla versione online del Daily Mail ed è scattata la corsa alle cause della riunione. La Regina Elisabetta II d'Inghilterra sta abdicando? "Non c'è motivo di preoccupazione", ha riferito una fonte della Casa reale alla Associated Press ma inizia il toto nomi sul suo successore. 
Sua maestà la regina Elisabetta II del Regno Unito, nata nel 1926, prima figlia di re Giorgio VI e attuale sovrano del Regno Unito potrebbe lasciare ordine di successione a:
1. Sua altezza reale Carlo, principe di Galles, nato nel 1948, primo figlio della regina Elisabetta II
2. Sua altezza reale il principe William, duca di Cambridge, nato nel 1982, primo figlio del principe Carlo
3. Sua altezza reale il principe George di Cambridge, nato nel 2013, primo figlio del principe William
4. Sua altezza reale la principessa Charlotte di Cambridge, nata nel 2015, figlia del principe William
Annuncio a Buckingham Palace. Elisabetta II e il successore (non scontato)
COME FUNZIONA: La linea di successione al trono britannico è regolata dall'Act of Settlement del 1701, dalla Succession to the Crown Act del 2013 (che ha abrogato il Royal Marriages Act del 1772) e dalla Common law (come riporta Wikipedia).
La linea di successione è limitata agli eredi di Sofia del Palatinato, norma stabilita nel 1701 per evitare che salisse al trono un sovrano cattolico discendente dalla famiglia Stuart. 
La successione segue alcuni requisiti:
Una persona è sempre immediatamente seguita, nella successione, dal suo discendente più diretto, ad eccezione di eventuali legittimi discendenti che già appaiono più in alto nella linea di successione. I figli più grandi vengono prima dei più giovani. Il figlio maschio di una persona, indipendentemente dall'età, viene prima della figlia (tale norma è valida solo per i nati prima del 28 ottobre 2011. Dopo questa data, infatti, si segue il principio della primogenitura semplice).
Il sovrano deve essere di religione protestante al momento dell'ascesa al trono e deve entrare in comunione con la Chiesa d'Inghilterra dopo l'ascesa. Chi è cattolico, o lo diventa, è escluso dalla successione (per essere incluso nella successione, un cattolico deve convertirsi all'anglicanesimo).
Occorre il consenso del sovrano per potersi sposare (soltanto per le prime sei persone in linea di successione al trono), pena la decadenza dai diritti dinastici;
Una persona nata da genitori non sposati non è inclusa nella linea di successione. L'eventuale successivo matrimonio dei genitori non modifica la situazione.
Oltre a identificare il prossimo sovrano, la linea di successione è utilizzata anche per selezionare gli eventuali reggenti.

#regina #elisabetta #BuckinghamPalace
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...