Fabio Fazio, tra milioni e polemiche: "Io faccio risparmiare"

13 settembre 2017 ore 15:41, Luca Lippi
Dopo la necessità di tagliare i compensi in Rai, a decisioni prese arrivano i chiarimenti dei diretti interessati. Alla vigilia del debutto su Rai uno di Fabio Fazio con il suo programma ‘Che tempo che fa’, passato dopo una militanza quasi decennale in Rai Tre, è arrivato il momento di chiarire i termini del suo contratto. Intanto l'Anticorruzione e la Corte dei Conti  hanno aperto indagini parallele sul contratto che la Rai ha rinnovato a Fazio. Dopo circa dieci anni su Rai Tre, Che tempo che fa approda su Rai Uno, e costa 18 milioni a stagione. Soldi pubblici, che si aggiungono a quelli provenienti dalla pubblicità. Fanno, nel dettaglio, 410 mila euro a puntata per Fazio e il suo staff, rispetto a costi precedentemente stimati di 450 mila euro per la singola serata in tv. 
Secondo i vertici della Rai, il risparmio c’è, ma nei corridoi Rai si sollecita comunque una stima dei costi che andrebbe verificata da qualcuno esterno agli interessi personali dei contrattualizzati. Il caso Fazio dunque continua ad alimentare polemiche.
Fabio Fazio, tra milioni e polemiche: 'Io faccio risparmiare'
ORFEO DIFENDE LA SCELTA
Il direttore generale del servizio pubblico, Mario Orfeo, difende i 410 mila euro a puntata che Fazio costa alla Rai (ma il diretto interessato conferma i 450 mila) dicendo che ad esempio Ballando con le stelle costa più del doppio. Sono spettacoli diversi, però, davvero un talk show può essere paragonato a uno spettacolo con orchestra, ballo, costumi, scenografie elaborate? Ecco le voci su cui l'Anac e la Corte dei Conti dovranno fare chiarezza. Intanto Fazio è atteso all'esame dell'Auditel e, per quanto costa, non deve stare sotto il 14%, se no si parlerà immediatamente di flop milionario. Finora va detto che i suoi dati di ascolto hanno sempre superato il 15%. Insomma, già il debutto fra due domeniche sarà caldissimo. 

IL CONTRATTO DI FAZIO
Con il rinnovo del suo contratto, Fabio Fazio si pone come produttore di se stesso attraverso la società Officina, per metà sua, la restante metà è spartita fra Magnolia e gruppo Vivendi. La Rai darà a Fazio 12 milioni per la stagione 2017-18, che il conduttore e produttore usa per la realizzazione sia di ‘Che tempo che fa’ sia ‘Le parole della settimana’, format affidato al giornalista Massimo Gramellini. Nel conto vanno messi anche 2 milioni e 816 mila euro per quattro anni, per assicurarsi i diritti sul format, e 8 milioni 960 mila euro che Fazio percepisce come cachet, sempre per quattro anni. 

LA DIFESA DI FABIO FAZIO
Sentito dal Corriere della Sera, Fabio Fazio difende il suo contratto: "450 mila euro a puntata è la metà di qualsiasi fiction. L'intrattenimento di Rai Uno si basa sul varietà e sul game, ‘Che tempo che fa’ invece è un talk show. Questa è la sfida". Innovazione, insomma, nella visione di Fazio, che sarà impegnato in "tre ore di parole la domenica sera, dove avranno voce Marzullo e i grandi scrittori del nostro tempo. E un'ora il lunedì sera alle 23:30 attorno a un tavolo più piccolo, alla francese, ospiti fissi Fabio De Luigi e Antonio Cabrini". Andrà così per quattro anni: "Poi smetto, forse farò il produttore". 

#Fazio #Rai #Orfeo #Chetempochefa #Polemiche

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...