Cosa lega il sindaco di Amatrice Pirozzi ad Angela Merkel

13 settembre 2017 ore 15:36, Luca Lippi
Sergio Pirozzi e Angela Merkel, apparentemente così lontani ma così vicini. A cosa è dovuto questo incontro tra il sindaco di Amatrice e la cancelliera tedesca? È un ringraziamento, il riconoscimento per un atto di generosità. Non è tanto la dazione che fa la differenza, ma il fatto che la Germania è stato l’unico Pese dell’Unione a fare una donazione di stato per Amatrice. Una carezza sul cuore per una comunità operosa e mai doma che sta soffrendo dignitosamente, una carezza che ha valore doppio perché offerta senza pubblicità e senza secondi fini da un Paese che per diversi motivi ‘appare antipatico’.
La Merkel accogliendo il sindaco della comunità più colpita dal terremoto del 24 agosto 2016 ha detto: "Deve essere un dolore immane perdere la propria casa".
Cosa lega il sindaco di Amatrice Pirozzi ad Angela Merkel

PERCHE’ PIROZZI NELLA CAPITALE TEDESCA
Per ringraziare la Germania della donazione di sei milioni fatta per la ricostruzione dell’ospedale Grifoni. Sergio Pirozzi ha risposto accorato alla Merkel: "Sì, è come una guerra". Alla Merkel non è sfuggito l’aggancio: "Una guerra che non si può evitare con i negoziati". Pirozzi ha ribadito le motivazioni della visita in cancelleria a Berlino, “La Germania è stato l'unico Paese europeo ad aiutare Amatrice. E io ho capito il perché di questo gesto: questo Paese conosce la sofferenza e per questo sa riconoscere quella degli altri e sa essere generoso con chi soffre”.

I SIMBOLI DI AMATRICE
Non solo l’amatriciana, come ha rilevato la cancelliera in una battuta nei colloqui intercorsi col sindaco di Amatrice: “Noi siamo tutti grati ad Amatrice per l'amatriciana”. Pirozzi ha voluto ricambiare le attenzioni della cancelliera alla sua comunità portando tre simboli della sua Amatrice. Prima di partire aveva detto: “Consegnerò ad Angela Merkel tre oggetti: la felpa di Amatrice, che non è solo un capo di abbigliamento ma un modo di essere, un simbolo che ad Amatrice ha un significato ben preciso da lungo tempo, da prima del 24 agosto: è il simbolo dell'appartenenza a questa terra. La Medaglia della Rinascita, messaggio di nuova vita per la mia terra, che reca l'incisione ‘Post fata resurgo’. Un paio di scarponi, simbolo della gente che lotta, che non si arrende e che non ha paura di affrontare le salite che la vita ti riserva. La cancelliera è abituata a lottare, gli scarponi di Amatrice se li è guadagnati sul campo”.
La delegazione italiana che ha incontrato la Merkel, oltre il sindaco di Amatrice,  era composta dal vicesindaco Patrizia Catenacci e dal commissario straordinario per la ricostruzione Paola De Micheli.

#Pirozzi #Merkel #Amatrice #Regali #Legame

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...