Due studenti gravissimi per botulino: riconoscere barattoli mal conservati

19 giugno 2017 ore 16:03, intelligo
Due studenti sono gravissimi e ricoverati in terapia intensiva per colpa del botulino in prodotti casalinghi mal conservati. Questo batterio anaerobico che può contaminare gli alimenti, anche industriali, rendendoli particolarmente pericolosi per la salute umana, non è di facile riconoscimento. 
Ma appena si ingerisce un cibo contaminato dal batterio l'intossicazione è severa e dopo appena un periodo di incubazione (12-48 ore fino a 8 giorni nei casi eccezionali) compaiono sintomi come nausea, vomito, diarrea e forti dolori muscolari. Nelle forme gravi seguono problemi neurologici, secchezza delle fauci e delle vie respiratorie, alterazioni visive, disturbi della fonazione e della deglutizione.
La morte avviene per paralisi respiratoria e asfissia. 

COSA E' SUCCESSO: Due giovani di 27 2 21 anni fuorisede sono ricoverati in gravissime condizioni a Perugia, presso il reparto di Rianimazione dell'ospedale Santa Maria della Misericordia dalla mattinata di domenica. Originari di Viterbo e Lecce e residenti nella zona di Monteluce, sono arrivati domenica al Pronto soccorso evidenziando gravi sintomi di intossicazione: vertigini, nausea, vomito. Secondo quanto ha reso noto l'ufficio stampa dell'azienda ospedaliera appena visitati, in codice rosso, sono stati immediatamente trasferiti in Rianimazione. Secondo quanto si apprende (uno dei due avrebbe anche avuto un arresto cardiaco).

Due studenti gravissimi per botulino: riconoscere barattoli mal conservati
CONSIGLI UTILI: Analizzando visivamente le vostre conserve si potrebbe notare che la frutta e gli ortaggi si presentano molli e rancide o che l'odore degli alimenti è putrido. Poi il liquido di conservazione può apparire torbido e la capsula del barattolo si gonfia. In tutti i casi in cui l'aspetto o l'odore delle conserve non sono rassicuranti evitare di mangiare il prodotto.  

COME PREPARARE CONSERVE: Per preparare le conserve è importantissimo usare strumenti puliti e rispettare le norme igieniche. Far bollire le conserve per 30 minuti a 80 gradi quando è possibile e la conserva lo permette. 

ALIMENTI A RISCHIO BOTULINO: A rischio botulino sono tutti i prodotti, anche quelli industriali se conservati in scatola. A rischio alto le conserve  non acide e quelle che non possono essere stabilizzate tramite l’aggiunta di alte concentrazioni di zucchero o sale. 

TRATTAMENTI: L'unico trattamento è la somministrazione di un’antitossina nelle prime ore dalla comparsa dei sintomi, la somministrano in ospedale. L’antitossina agisce unita alla tossina botulinica nel sangue "disattivandola". 

#botulino #risconore #sintomi #studenti #gravi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...