Non solo vaccini anti-papilloma, i funghi giapponesi shiitake (AHCC) vincono l'HPV

21 aprile 2017 ore 12:22, intelligo
Grazie a un fungo giapponese, l’infezione da virus del papilloma umano o HPV, può essere battuta. Si sa che questo virus è legato al rischio di sviluppare tumori della cervice, ma una vecchia ricerca (di cui poco si parla) aveva già trovato un rimedio naturale al problema in questione. La Society for Integrative Oncology (SIO) 11th International Conference di Houston aveva mostrato i risultati di uno studio sui funghi shiitake in grado di eliminare l’infezione da HPV nelle donne. Si tratta di un semplice integratore nutrizionale, il nome è AHCC (Active Hexose Correlated Compound), che è in grado di fornire le difese necessarie all'organismo per battere il virus che ormai circola nel sangue. Ma sphieghiamo bene la questione, tra l'altro nel 2014 riportata già da La Stampa. 
Non solo vaccini anti-papilloma, i funghi giapponesi shiitake (AHCC) vincono l'HPV
Si legge nell'articolo datato che "l’HPV è associato con il 99% dei tumori della cervice, così come molti altri tipi di tumore a rischio di vita – ha spiegato la dott.ssa Judith A. Smith, principale autore dello studio – I pazienti che vengono a sapere di avere l’HPV, e loro medici, sono comprensibilmente frustrati, perché tutto ciò che possiamo fare è monitorare i cambiamenti anomali associati al cancro. Ciò di cui abbiamo bisogno è un trattamento sicuro ed efficace per l’HPV prima che si sviluppi il cancro". Ma non basta. La dottoressa Smith, Professore associato presso il Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Scienze della Riproduzione presso l’Università del Texas Health Science Center a Houston (UTHealth) Medical School dopo un test a 10 donne per 6 mesi che hanno assunto l'integratore una volta al giorno, ha detto: "Abbiamo dimostrato che è possibile sradicare l’HPV in donne che utilizzano l’AHCC anche solo per 3 mesi o fino a 6 mesi – ha sottolineato la dott.ssa Smith – Abbiamo studiato l’efficacia dell’integrazione di AHCC con agenti chemioterapici comuni per oltre un decennio, e avevamo già sradicato con l’AHCC l’infezione da HPV in tre modelli di ratto ortotopico. Questo studio conferma i precedenti risultati".
Infatti 5 pazienti avevano ottenuto un risultato negativo nel test HPV. Tre avevano mostrato un’eradicazione totale del virus. Due avevano avuto bisogno di continuare la cura. 
Smith aveva anche trattato i topi che erano positivi al papilloma virus, con dosi di estratto di funghi shiitake.
I topi con HPV curati per 90 giorni sono guariti ed il virus non si è ripresentato. In pratica Ahcc aumenta il numero e l’attività delle cellule killer naturali, chiamate cellule dendritiche e citochine. Queste cellule permettono al corpo di rispondere alle infezioni e bloccare la crescita tumorale. In pratica lavora con il principio dell’immunoterapia, ossia è il sistema immunitario del proprio corpo che combatte la malattia.
Non solo vaccini anti-papilloma, i funghi giapponesi shiitake (AHCC) vincono l'HPV
Ovviamente il tutto può aiutare a prevenire i tumori HPV-correlati ma occorrono ovviamente nuove certezze e ulteriori prove a riguardo. 
Certo è che, come riporta la stampa, i risultati della ricerca della dottoressa Smith sono stati scelti per la presentazione nella sessione “Best of SIO”, svoltasi il 28 ottobre 2014, tra un numero record di abstract presentati per questa XI Conferenza Internazionale della Society for Integrative Oncology, l’organizzazione leader a livello mondiale dedicata alla medicina integrativa specifica per i malati di cancro.

Per maggiori informazioni sull’AHCC e l’AHCC Research Association si può visitare il sito: www.ahccresearch.org.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...