Kung Fu Panda 3 ha il papà italiano: Carloni, un cervello di animatore "in fuga" (TRAILER)

07 marzo 2016 ore 10:47, intelligo
Alessandro Carloni è il papà (italiano) di  Kung Fu Panda 3, di cui è co-regista insieme a Jennifer Yuh Nelson.
Classe 1978, bolognese, un uomo una gavetta. Precisamente 10 anni, tra corto metraggi e video. In attesa di vedere la sua "enorme" creatura il 17 marzo al cinema, prodotta da 20th insieme a Century Fox, già sogna su nuovi progetti e lo racconta a Piera Detassis e ai ragazzi all'Auditorium della Musica a Roma. 
Con Roberto Benigni vorrebbe giare un film live “anche se ancora non ho pensato a una storia”. Magari ora che l'animatore firma un cartoon Dreamworks da 145 milioni di dollari di budget, Benigni potrebbe anche pensare di fare qualche cosa con lui da Oscar. E' uno di quei cervelli in fuga, Carloni ha lasciato l’Italia subito dopo la maggiore età e come lui stesso racconta ha iniziato a peregrinare, professionalmente parlando, che si è mosso tra la "Germania, studi di animazione in Danimarca, in Inghilterra fin quando sono arrivato in America già dodici anni fa". 

Un italiano fuori dall'Italia che con malinconia rimpiange la semplicità della vità sociale nostrana: "Io sono cresciuto nella campagna intorno alla città di Urbino, uscire con gli amici significava andare in piazza”. 
Ed è figlio d'arte: "Mio padre è illustratore, è stato per me una grande fonte d'ispirazione". Oggi ha una sua famiglia allargata e quanto alle discussioni sulla bellezza o meno di modelli diversi dal tradizionale ammette: "E' uno dei temi di cui s'è parlato molto a proposito del film negli Usa, qui in Italia mi sono reso conto che siamo un po' più retrogradi sull'argomento". 

Quanto a Kung Fu Panda 3, il vero protagonista di questo racconto, ritroviamo Po, 'guerriero dragone' contro un nuovo potente nemico, Kai. C'è un mondo degli spiriti, un mondo cattivo, che va combattuto.  

 Ecco il trailer.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...