Rapina a Pisa, gioielliere indagato per omicidio. Bandito era prima in negozio

14 giugno 2017 ore 15:53, intelligo
Daniele Ferretti, il gioielliere di 69 anni che ieri sera a Pisa ha colpito a morte con la sua pistola uno dei due malviventi che erano entrati nel suo negozio per rapinarlo, è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio volontario. Dalle ricostruzioni ancora in corso, è emerso che uno dei banditi aveva visitato la gioielleria il giorno prima, dicendo alla moglie dell’orefice che sarebbe tornato l’indomani con la propria carta di credito, in questo modo il rapinatore sarebbe riuscito a farsi aprire la porta della gioielleria e avrebbe minacciato la moglie del titolare, arrivando a fare fuoco senza colpirla. 
Il marito, giunto dal retrobottega, ha invece centrato uno dei due malviventi uccidendolo. L’altro rapinatore è riuscito a fuggire. Sul luogo del delitto sono stati trovati otto bossoli di diverso calibro, sei dei quali sparati dal gioielliere, due da uno dei banditi. Con ogni probabilità, il malvivente che ha aperto il fuoco per primo è quello poi fuggito. 

INTERVISTA: Al Corriere della Sera ha fatto sapere: "Il primo a sparare è stato lui, il rapinatore", ha detto. "Ha esploso tanti colpi, ha mirato verso mia moglie. Io mi sono solo difeso, ho sparato per salvare la vita mia e di mia moglie. In terra ci sono ancora tanti bossoli". Come riportato sul Corsera, Daniele Ferretti "non è un pistolero". Ma il porto d’armi lo aveva richiesto lo scorso anno, dopo l’ennesima rapina nel suo negozio. Sarebbero state molte le incursioni, i tentativi di raggiri e di furti nella sua gioielleria in oltre 45 anni di lavoro. Ferretti "è conosciuto nel quartiere, in città e tra i colleghi, come una persona per bene ed aveva già subito altre rapine. Questo certamente esaspera chi vuole vivere del suo lavoro senza rischiare di dover morire o subire violenze e che spinge, di fatto, ad assumere tutte le precauzioni per potersi difendere", ha commentato, in difesa dell'orefice indagato per omicidio, il segretario comunale Pd Giovanni Viale.


Rapina a Pisa, gioielliere indagato per omicidio. Bandito era prima in negozio

#rapina #gioielliere #bandito
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...