Terremoto choc in Russia: magnitudo 7.6: ritirata allerta tsunami

18 luglio 2017 ore 10:22, Andrea Barcariol
Violenta scossa di terremoto in Russia. Si è verificata alle 01.34  italiane, corrispondenti alle 11.34 locali, sull’estremo est della Russia in prossimità delle isole Aleutine, nel mare di Boering. Il sisma di magnitudo 7,6 sulla scala Richter è stato registrato dall'Istituto geologico americano. Subito le autorità hanno lanciato l'allerta tsunami in alcune regioni del Pacifico, in seguito rapidamente revocato. "Variazioni minori del livello del livello del mare potranno verificarsi in alcune zone costiere durante le prossime ore", è stato precisato. 

Terremoto choc in Russia: magnitudo 7.6: ritirata allerta tsunami
Il sisma è stato registrato a 11,7 chilometri di profondità all'1:34 di notte, ora italiana, a Est di Nikolskoye, in Russia, la zona abitata più vicina all'epicentro, a 199 chilometri a sud-est, dove vivono poco più di 600 persone. Epicentro individuato in mare, a largo della Russia (Kamchatka) in prossimità delle isole di Bering e di Attu (quest’ultima appartenente alle Aleutine (Alaska). Il terremoto è stato nettamente avvertito in un raggio di oltre 2.000 km. Lo scuotimento è stato fortissimo nell’area epicentrale, dove si trovano diverse isole fortunatamente con bassa densità di popolazione. Probabili danni ingenti, ma non giungono notizie riguardo danni, feriti o vittime a seguito del potente sisma.
Il terremoto è stato avvertito nettamente da tutti i sismografi mondiali, compresi quelli italiani i quali hanno rilevato un’onda sismica molto ampia dalla durata superiore ai tre minuti.

PRECEDENTE - La zona della Kamchatka era stata colpita lo scorso 29 marzo da un terremoto di magnitudo 6,6.
L'epicentro del sisma, riporta l'Istituto geofisico americano (Usgs), era stato registrato 78 chilometri a nordest di Ust'-Kamchatsk Stary mentre l'ipocentro è stato calcolato a una profondità di 22,8 chilometri.




 
caricamento in corso...
caricamento in corso...