Camorra e 'ndrangheta in "trasferta" a Palermo

22 febbraio 2017 ore 13:04, Micaela Del Monte
Traffico di cocaina ed eroina nella Palermo "bene". Erano infatti insospettabili consumatori i clienti della fitta rete sgominata nella note nel capoluogo siciliano.  Dalla vasta operazione antidroga la polizia di Palermo ha eseguito numerose misure restrittive. “L’operazione costituisce il risultato di un’ articolata attività di indagine avviata nel 2012 e conclusa nel 2016 su due distinti gruppi criminali che si approvvigionavano di ingenti quantitativi di stupefacente, provenienti, principalmente dalla Campania e dalla Calabria“, dicono dalla Questura.

Camorra e 'ndrangheta in 'trasferta' a Palermo
“Le indagini hanno accertato come grosse quantità di stupefacenti fossero destinate ad insospettabili consumatori del mondo delle libere professioni
– spiegano gli inquirenti – Il primo gruppo criminale, in costante contatto con la Campania, al suo interno annovera importanti esponenti mafiosi riconducibili allo storico mandamento mafioso di ”Porta Nuova” e costituisce la riprova di come Cosa Nostra palermitana, attraverso la droga, sia ancora oggi in affari con la camorra napoletana”.

Il filone investigativo sul secondo gruppo criminale trae, invece, origine dal sequestro “di un’ingente somma di denaro avvenuta nel 2014 che ha scoperchiato un’altra fiorente rotta della droga, stavolta collegata alla malavita calabrese”. Anche in quel caso sono stati effettuati ingenti sequestri di cocaina. Complessivamente, nell’ambito di questa inchiesta, fra il 2014 e il 2015, la polizia ha arrestato alcuni corrieri della droga con un carico di oltre 70 chili di hashish, 7,5 di cocaina, 14 chili di marjuana, 1,5 chili di eroina e, circa, 100 mila euro in contanti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...