Flagello Monte Bianco: muore un altro alpinista esperto. Chi era Beltrami

27 giugno 2017 ore 11:33, intelligo
Un nuovo lutto si abbatte sul massiccio del Monte Bianco. In un incidente registratosi ieri è morto il 64enne Gian Attilio Beltrami, alpinista di grande esperienza, presidente della XIX delegazione lariana del Soccorso alpino e speleologico lombardo. Solo un mese fa, in un incidente sul versante francese del Monte Bianco, era morto un giovane sudcoreano. Ad aprile, invece, sempre sul versante francese, era deceduta dopo una caduta un’alpinista italiana di 38 anni. Assieme a Beltrami
Flagello Monte Bianco: muore un altro alpinista esperto. Chi era Beltrami
c’era un compagno di cordata milanese di 23 anni, ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Parini di Aosta. I due sono precipitati dopo avere raggiunto quota 3.600 metri. Sulle dinamiche dell’incidente indaga la Guardia di finanza di Entreves, che ha soccorso i due insieme al Soccorso alpino valdostano.

IL CORDOGLIO DEL SINDACO DI LECCO - "E’ con sgomento che apprendo la notizia della tragica scomparsa di Gian Attilio Beltrami avvenuta questa mattina sul Monte Bianco”, ha affermato in una nota il sindaco di Lecco Virginio Brivio. “Gian Attilio è stato per anni a capo della Delegazione della XIX Zona Lariana del Soccorso Alpino, per cui si è prodigato mettendo la propria vita a disposizione di quella di altri alpinisti ed escursionisti più o meno esperti. Una persona fortemente competente, grande conoscitore delle nostre montagne e non solo, attento e prudente alpinista, speleologo, soccorritore alpino e tecnico di elisoccorso. Forse anche per questo la morte che lo ha sorpreso proprio durante un’ascensione in montagna ci lascia tutti attoniti e increduli. In questi anni ho avuto modo di collaborare con lui, ma persone come Gian Attilio non si ringraziano mai abbastanza per tutte le volte – e sono tantissime – che traggono in salvo escursionisti in difficoltà, salvando vite umane anche in condizioni al limite. La montagna che tanto amava, che era la sua vita, se l’è portato via. Mi stringo al dolore della sua famiglia e rivolgo un pensiero a tutti i suoi collaboratori che tanto lo stimavano e ne apprezzavano le qualità di leader preparato. L’Amministrazione comunale tutta esprime cordoglio e vicinanza ai cari dell’amico Gian Attilio”.

I DUE INCIDENTI DI APRILE E MAGGIO – Il 17 maggio un ragazzo sudcoreano di 26 anni è morto durante un’ascesa con un connazionale sulla vetta del Monte Bianco, Precipitato in un crepaccio, il giovane era stato soffocato dalla corda alla quale era legato. L’incidente era avvenuto nei pressi del Dôme du Goûter sulla via normale francese, a circa 4.200 metri di quota.  Meno di un mese prima, il 24 aprile, era molta un’alpinista di 38 anni, Elena Carpignano, di Genova, a seguito di una caduta per circa 500 metri sul versante francese del Monte Bianco. L’incidente era stato provocato da una colata di neve.

#MonteBianco #incidente #Beltrami

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...