Referendum, No da terremotati di Amatrice e Norcia. Marche, è affluenza record

05 dicembre 2016 ore 12:38, intelligo
Referendum amaro per Renzi che ha avuto contro anche i voti di Amatrice e Norcia, dove ha vinto vince il no e a nulla sarebbe servito un bel decreto salva-conca promesso e dato da Renzi.
E' quanto emerge dai dati del Viminale sullo scrutinio del referendum in alcuni dei comuni terremotati.
 Ad Amatrice, dove sono state scrutinate tre sezioni su tre, vince il no con il 65,96% sul sì fermo al 34,04%. Ad Accumoli invece ha avuto successo il sì con il 51,20% sul no al 48,8%. A Camerino, nel maceratese, si afferma il sì col 53,71% sul no al 46,29%. A Norcia, nella provincia di Perugia, vince il no con il 55,59% sul sì al 44,41%. 
Referendum, No da terremotati di Amatrice e Norcia. Marche, è affluenza record

Ma i “no” conquistano anche le Marche, regione guidata dal Pd di Luca Ceriscioli. La forbice è più stretta rispetto al dato nazionale (60 contro 40), ma è comunque di 10 punti percentuali: 55% no contro 45% sì. Un risultato netto, consolidato da un'alta affluenza alle urne, dove si sono recati 866.233 cittadini, pari al 72,84% degli aventi diritto. L’unica grande città a dire sì è stata Urbino (52,1%) mentre nella Pesaro di Ricci, vicepresidente del Partito Democratico, la battaglia è stata fino all'ultimo voto: 50,1% per il no e 49,9% per il sì il dato finale. 
Alla fine il no vince per soli 99 voti in più del sì. Nel capoluogo Ancona (72,56% degli elettori al voto) il no ha prevalso con 28.984 voti (53,5%) contro il sì, fermo a 25.171 voti (46,55). Le schede bianche in regione sono state 2.609 (0,3%), le nulle 5.074 (pari allo 0,6%). 





autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...