Space X, il sogno di Musk: nel 2018 due turisti sulla luna

01 marzo 2017 ore 12:53, Micaela Del Monte
"Questo è un piccolo passo per un uomo, un gigantesco balzo per l'umanità" disse Neil Armstrong nel compiere il primo passo sulla superficie lunare il 21 luglio 1969. Un piccolo passo che ora potrebbe essere compiuto veramente da tutti. Il progetto, neanche a dirlo, è di Elon Musk e del suo SpaceX. Il miliardario visionario, fondatore per altro anche di Tesla, prevede di organizzare nel 2018 il primo volo per turisti nell'orbita lunare, aperto a due privati cittadini. I due turisti spaziali si faranno carico delle spese e hanno già lasciato un ''deposito significativo'', afferma Musk senza scendere nel dettaglio sui costi.

Space X, il sogno di Musk: nel 2018 due turisti sulla luna
IL VIAGGIO
I voli, ha detto Musk, saranno ''simili'' a quelli che affrontano gli astronauti diretti alla Stazione Spaziale Internazionale e i preparativi per i due turisti sono previsti più avanti nel corso di quest'anno, con le visite mediche e l'addestramento necessario per un viaggio spaziale.  La missione durerebbe circa una settimana, sfiorerebbe la superficie lunare e si spingerebbe un po' oltre, circumnavigando il nostro satellite. In tutto, si tratterebbe di un percorso di 483.000-644.000 km, da coprire entro la fine del prossimo anno a bordo della capsula Crew Dragon lanciata da un razzo Falcon Heavy, entrambi ancora in attesa del lancio inaugurale.

PREPARAZIONE
Il Falcon Heavy dovrebbe essere testato nell'estate di quest'anno e se avrà successo, sarà il vettore più potente a raggiungere l'orbita terrestre dall'era dei razzi lunari Saturn V. Una Crew Dragon o Dragon 2, la versione per equipaggio della capsula cargo di SpaceX, dovrebbe raggiungere la ISS con un Falcon 9 entro fine 2017, ancora senza equipaggio e in modalità automatica. Una seconda capsula, questa volta con astronauti, dovrebbe partire per la stazione spaziale sei mesi più tardi.

I COSTI
Musk non ha precisato il costo totale del viaggio, ma ha detto che è comparabile e di poco superiore a quello di una missione con equipaggio sulla ISS (un lancio a bordo della Soyuz costa circa 80 milioni di dollari, 75 milioni di euro). 

SCETTICISMO
C'è anche chi, ovviamente, è molto scettico sulla questione.  Per Giovanni Bignami astrofisico e accademico dei lincei, sarà davvero difficile che entro il prossimo anno (2018) la SpaceX sia in grado di portare due uomini in orbita intorno alla Luna. "Elon Musk è un bravissimo imprenditore e un grande comunicatore che già in passato non ha mancato di stupirci, ma stavolta faccio davvero fatica a immaginare che dietro a questo nuovo annuncio ci sia qualcosa di concreto" ha detto infatti l'astrofisico. E la missione sarebbe destinata a fallire per due motivi:

"Il primo motivo è di ordine tecnico. La SpaceX non ha il missile adatto a compiere questa impresa. Il Falcon 9, il vettore di punta della società di Musk è davvero un gran bel gioiellino, ma non è in grado di affrontare quel tipo di missione. Il secondo è di ordine politico. a SpaceX non ha ancora il permesso per portare nello spazio equipaggi umani e non credo che la Federal Aviation Administration (FAA), possa concederlo così velocemente" ha spiegato ancora Bignami.


#SpaceX #ElonMusk #turisti #orbitalunare
caricamento in corso...
caricamento in corso...