Genova in "stato d'assedio" per convegno ultradestra: colpa degli antagonisti

11 febbraio 2017 ore 12:42, Americo Mascarucci
Manichini di carta impiccati a testa in giù e le scritte "Più fasci appesi" e "Non faremo prigionieri". Sono comparsi la scorsa notte a Genova dove oggi è atteso il convegno delle forze europee dell'estrema destra convocato per le ore 16 a Sturla nella sede di Forza Nuova, in via Orlando. 
E' stata infatti indetta una contro-manifestazione cosiddetta antifascista che ha visto l'adesione di 700 tra associazioni, partiti e sindacati. Il raduno è previsto in piazza Ragazzi del '99.
Sono inoltre attesi circa 150 manifestanti antagonisti e dei centri sociali, che sono quelli temuti di più.
Per evitare scontri fra fazioni, disordini, devastazioni o anche di peggio, sono state disposte vere e proprie misure da "stato d'assedio" per evitare che gli antagonisti e i contestatori possano avvicinarsi al luogo dell'evento.
Genova in 'stato d'assedio' per convegno ultradestra: colpa degli antagonisti

In una specifica riunione del comitato di ordine pubblico e sicurezza è stato previsto l’impiego di 400 uomini, barriere e mezzi antisommossa.
Gli antagonisti infatti avrebbero già annunciato di non voler seguire il percorso del corteo antifascista attenendosi alle disposizioni impartite da Prefettura e Questura .
In strada sono previste oltre mille persone a fronte delle 150 al massimo attese al convegno dell'estrema destra. 
Nella zona interessata dal convegno e dai cortei, sono stati rimossi tutti i cassonetti, sono state interdette le vie alla circolazione, i negozi resteranno chiusi. 
La Procura visti i precedenti, ha raddoppiato il numero di magistrati di turno per le direttissime.
Insomma una città quasi in assetto di guerra e tutto per un convegno come detto che radunerà non più di 150 persone. Ma come visto non sono gli estremisti di destra a preoccupare la Questura bensì gli antagonisti dai quali si temono le azioni più volente e i rischi maggiori per la sicurezza. Sembra un paradosso, considerando che questi dovrebbero essere gli "antifascisti".  
caricamento in corso...
caricamento in corso...