Surface Laptop e Pro - belli, ma occhio alla riparabilità: i voti iFixit

17 giugno 2017 ore 14:53, Micaela Del Monte
Microsoft ha presentato lo scorso maggio i Surface Laptop e Pro 2017 e ora sono finalmente disponibili in Italia. Si tratta di due dispositivi molto attesi e desiderati dagli utenti: il Pro 2017 rappresenta l’iterazione di una serie che gode di un’eccellente fama anche nel nostro paese, mentre Surface Laptop incuriosisce per lo sbarco della serie Surface nel settore ultrabook e per la presenza di Windows 10 S a bordo. 

Surface Laptop e Pro - belli, ma occhio alla riparabilità: i voti iFixit
IMPOSSIBILE DA RIPARARE -
Ma non ci sono solo buone notizie: il Surface Laptop in particolare ha fatto registrare infatti un nuovo record per iFixit, riuscendo a raggiungere lo 0 spaccato sulla sua scala di riparabilità (dove 10 è il massimo della facilità di riparazione). La tastiera rivestita di alcantara presta il fianco a grossi problemi in vista di uno smontaggio: iFixit dichiara infatti che non è in alcun modo possibile smontare la scocca senza danneggiare irrimediabilmente lo strato di alcantara che la riveste. Ma i problemi non si fermano qui, perché RAM, SSD e CPU risultano saldate alla scheda madre, rendono impossibili upgrade e riparazioni fai da te. Persino batteria e jack audio sono difficilmente raggiungibili e, sommato tutto, ecco spiegato il poco onorevole punteggio di 0/10 affibbiato da iFixit. Per quanto riguarda invece il Surface Pro 2017 la situazione migliora, ma di pochissimo. Il punteggio conferito da iFixit è di 1/10, permettendogli di entrare di diritto nel ristretto novero dei dispositivi sostanzialmente non riparabili, fin qui valutati. Il primo problema risiede nella grande quantità di adesivo che tiene unite le due parti della scocca; inoltre, molte componenti interne non sono accessibili senza la rimozione del pannello del display, operazione sempre molto delicata e a forte rischio di danneggiamento; infine, anche in questo caso, i componenti saldati la fanno da padrone, impedendo all’utente qualsiasi possibilità di upgrade e sostituzione.

SURFACE LAPTOP -  Passiamo però all'analisi tecnica dei due dispositivi. Surface Laptop, il primo Notebook classico di Microsoft è prodotto interamente in alluminio con un rivestimento in alcantara. La sua principale novità è la struttura del display che secondo Microsoft è la più sottile al mondo. Schermo da 13,5 pollici con risoluzione di 2256 X 1504 pixel con rapporto 3:2, supporto Touch e supporto alla Surface Pen (non inclusa). Fotocamera 720p integrata nella cornice del display con supporto a Windows Hello, tastiera retroilluminata, processori Intel Kaby Lake di settima generazione Core i5 o Core i7 a seconda della versione accompagnati da 4, 8 o 16 GB di Ram e Hard Disk SSD da 128 fino a 512 GB. Quanto al reparto grafico Intel HD 620 o  Iris Plus 640 nelle versioni equipaggiate con Intel Core i7. Per quanto riguarda le connessioni, oltre al Wi-Fi a/b/g/n/ac e Bluetooth 4.1, USB 3.0 Type-A, una Minidisplay Port e il jack cuffie. La sua carta vincente è l’autonomia di 14,5 ore, sistema operativo Windows 10 S. Disponibile nelle colorazioni Platinum, Cobalt Blue, Burgundy e Graphite Gold. Il prezzo è a partire da 1169 euro.

SURFACE PRO - L’altro modello è il nuovo Surface Pro con processore Intel Kaby Lake di settima generazione, fanless per le versioni Core M3 e Core i5, fino a Core i7 con 4, 8 o 16 GB di Ram e Hard Disk SSD da 128 fino a 1 TB. Novità in arrivo anche per quanto riguarda la Surface Pen che avrà 4096 livelli. La nuova pen sarà disponibile separatamente a partire dal prossimo 20 luglio. Anche in questo caso ottima autonomia ben 13,5 ore dichiarate da Microsoft contro le 9 del modello precedente. Il nuovo Surface Pro parte da 959 euro con Windows 10 Pro. Due le colorazioni disponibili Platino e Bordeaux.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...