L'ultimo siluro "verde" di Obama a Trump: stop trivellazioni Atlantico e Artico

21 dicembre 2016 ore 11:25, Andrea De Angelis
Manca ormai meno di un mese all'avvicendamento di presidenti alla Casa Bianca, così Obama ha pensato bene di fare un ultimo sgambetto a Trump imponendo lo stop alle trivellazioni  per l'estrazione del gas e del petrolio in vaste aree dell'Artico e dell'Atlantico. Una decisione che sarà molto difficile da annullare per il suo successore, almeno in tempi brevi. Una sfida tutta verde al candidato repubblicano che, pur prendendo meno voti di Clinton lo scorso mese, ha vinto grazie ai grandi elettori in palio nei vari Stati (e proprio ieri il voto "ufficiale" che ha segnato un meno sei per la candidata democratica). 
Una vera e propria svolta verde, con tanto di annuncio e messaggio (sottinteso) al tycoon: prova adesso, se sei capace, a fare retromarcia. E mentre sui social (italiani) impazza la polemica per la presenza di Bocelli al concerto in onore del neo presidente (la rete chiede alla voce di fama mondiale di rinunciare), negli Stati Uniti oggi non si parla d'altro. 

L'ultimo siluro 'verde' di Obama a Trump: stop trivellazioni Atlantico e Artico
Per motivare il suo decreto Obama si è appellato, come precisa l'Ansa, alla clausola di una legge del 1953, l'Outer Continental Shelf Lands Act, che dà al presidente l'autorità di agire unilateralmente su una questione come quella delle trivellazioni. Clausola a cui sono ricorsi alcuni suoi predecessori per proteggere temporaneamente alcune piccole porzioni di Oceano. La cosa senza precedenti è' la dichiarazione di "divieto permanente" fatta dal presidente uscente che riguarda una area dell'Atlantico che va dal Maine alla Virginia e quasi l'intera costa dell'Alaska.
Il divieto permanente di trivellazione è il maggior risultato ottenuto da Obama nel campo della legislazione ambientale insieme all'obbligo per gli Stati di passare da un sistema elettrico basata sui combustibili fossili a uno basato sulle fonti di energia rinnovabile. L'unico organo, ricorda sempre l'Ansa, che può rovesciare la decisione è una corte federale.
caricamento in corso...
caricamento in corso...