Ius soli, cosa dice la legge al di là delle polemiche. Ma Platone la boccia

21 giugno 2017 ore 14:34, intelligo
Si è avviato un dibattito pubblico sullo ius soli non privo di polemiche. Ma quanti sanno cosa prevede la nuova legge sulla cittadinanza? Si parla molto di diritto alla cittadinanza dei bambini stranieri nati in Italia, diritto che nasce dal legame con un territorio, ma cosa significa in pratica?  Ecco spiegato il disegno di legge arrivato in Senato dove è stato al centro di veri e propri scontri tra i parlamentari. 

IUS SOLI TEMPERATO: Il titolo è “modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, e altre disposizioni in materia di cittadinanza”. Se da un lato nel nostro ordinamento il principio dello ius soli già esiste ed è collegato alla legge 91 secondo cui lo straniero nato in Italia e che risiede legalmente senza interruzione fino alla maggiore età diviene cittadino dopo i 18 anni, ora si vuole introdurre lo ius soli “temperato” con criteri e di regole ma nessun automatismo generalizzato. Come riportato dall'AgenSir la nuove legge "stabilisce che acquisti la cittadinanza chi è nato nel territorio italiano da genitori stranieri, dei quali almeno uno sia in possesso del diritto di soggiorno permanente (per
Ius soli, cosa dice la legge al di là delle polemiche. Ma Platone la boccia
gli immigrati comunitari) o del permesso per soggiorno di lungo periodo (nel caso di extracomunitari)"
. Necessario è il soggiorno in Italia per almeno cinque anni. In più sono esclusi gli stranieri pericolosi per l’ordine pubblico o la sicurezza dello Stato. 

RICONOSCIMENTO PER MINORI STRANIERI: Al centro del principio c'è lo ius culturae. E' destinato agli stranieri nati in Italia o entrati entro il compimento dei dodici anni, col diritto alla cittadinanza italiana qualora abbiano frequentato regolarment un percorso formativo di almeno cinque anni nel territorio nazionale. Gli istituti presso cui seguire questi corsi devono essere quelli appartenenti al sistema nazionale d’istruzione oppure in corsi d’istruzione professionale triennali o quadriennali. In caso il corso di istruzione primaria è necessaria la conclusione del corso.

NATURALIZZAZIONE: Beneficiari sono gli stranieri arrivati in Italia prima della maggiore età e legalmente residenti da almeno sei anni. Si tratta di un provvedimento discrezionale (la cittadinanza viene concessa con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato, su proposta del ministro dell’Interno) che va richiesto al prefetto o all’autorità consolare previa regolare frequenza di un ciclo scolastico.

PLATONE: Il grande pensatore greco nel libro ottavo della sua “Repubblica” scriveva: “Quando il cittadino accetta che di dovunque venga, chiunque gli capiti in casa, possa acquistarvi gli stessi diritti di chi l’ha costruita e ci è nato”…. Platone era dunque contro lo ius soli e contro la mistica dell’accoglienza, perché porta danni alla dignità dei migranti e dei residenti. Distruggendo sia il concetto di immigrazione controllata, sia di primato delle patrie, della casa che accoglie, come spiegato in un editoriale del direttore.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...