Almaviva, licenziamenti scongiurati (per ora): intervento Calenda proroga vertenza

22 dicembre 2016 ore 11:03, Americo Mascarucci
Congelati i licenziamenti ad Almaviva e trattativa prorogata per ulteriori tre mesi.
Sindacati e azienda hanno accettato il secondo tentativo di mediazione del Governo volto a scongiurare il licenziamento di 2511 dipendenti dopo la bocciatura del lodo proposto due giorni fa. 
Il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e il viceministro Teresa Bellanova chiedono ad azienda e sindacati di proseguire con il confronto per altri tre mesi, fino al 31 marzo 2017. 
Nel frattempo, le parti si sono impegnate a proseguire il confronto per individuare interventi temporanei sul costo del lavoro e soluzioni in grado di far recuperare efficienza e produttività alle sedi di Roma e Napoli, così da allinearle agli altri siti aziendali. 
Cgil, Cisl e Uil hanno detto sì a patto che il tutto avvenga "con costante e fattiva presenza del Ministero a garanzia dell’efficacia e della credibilità della mediazione governativa affinché non prosegua il trasferimento di attività di Almaviva dai siti italiani a quelli esteri, anche se comunitari". 
"La proposta del governo di farsi garante per il proseguimento del confronto tra Almaviva ed i sindacati è un fatto indubbiamente importante - commenta la segretaria della Cisl Annamaria Furlan - che prelude ad una assunzione di responsabilità nelle prossime settimane di tutte le parti per rilanciare il settore dei call center nel nostro paese e salvaguardare  migliaia di posti di lavoro in importanti realtà metropolitane. Va dato atto al ministro Calenda ed alla vice ministra Bellanova di aver fatto ogni sforzo per individuare e garantire un percorso negoziale  che possa dare certezze e stabilità a questo settore, in un momento difficile della vita economica  e sociale del paese per la  quale è necessario ricercare  la massima coesione sociale". 
Almaviva, licenziamenti scongiurati (per ora): intervento Calenda proroga vertenza
 

Via libera all'accordo anche da AlmavivA Contact che in una nota fa sapere di "accogliere la proposta di mediazione formulata dal Governo che impegna le parti ad affrontare in termini strutturali le misure per il recupero di efficienza e produttività aziendale e per la conseguente messa in sicurezza della società. Le misure oggetto della proposta - prosegue la nota - sono in linea con le indicazioni concrete fornite dal Governo e in presenza del suo alto ruolo di garanzia, vanno accompagnate da ammortizzatori sociali adeguati e dovranno essere correttamente definite in un accordo da concludere entro il 31 marzo 2017".
Il Governo ha dato ampie assicurazioni che "proseguirà l'azione di vigilanza e sanzione come rafforzata dalla legge di bilancio appena approvata con l'obiettivo di disincentivare la delocalizzazione".

caricamento in corso...
caricamento in corso...