Per la dieta contano gli orari, quando mangiare per dimagrire di più

24 luglio 2017 ore 10:51, Americo Mascarucci
Per dimagrire non serve unicamente limitare i pasti e il loro contenuto calorico: è importante anche rispettare gli orari dei pasti perché, un'alimentazione con orari sballati può rendere inefficace una dieta. E' importante poi non saltare mai i pasti, perché il nostro organismo ama la coerenza ed è regolato come un orologio svizzero. Se non riceve il cibo negli orari stabiliti sarà poi costretto ad incamerare più grassi nel primo pasto utile per riguadagnare l'energia mancata. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Cell Metabolism dai ricercatori dell’University of Texas Southwestern Medical Center di Dallas (Usa), secondo cui le abitudini alimentari potrebbero influire anche sul ritmo circadiano.
Per la dieta contano gli orari, quando mangiare per dimagrire di più

LA SCOPERTA
"Una dieta - spiegano gli esperti - risulta essere realmente efficace solo quando le calorie vengono assunte durante la giornata, ovvero quando siamo svegli e attivi, cenare e poi mettersi a letto non avrebbe molto senso, pur seguendo una dieta corretta. L’organismo sotto regime di dieta ha bisogno di assumere determinate calorie, ma allo stesso tempo deve bruciarle, ecco perchè scegliere il giusto orario può risultare una spinta importante alla perdita di peso".

LO STUDIO
Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno nutrito cinque gruppi di topi in orari differenti e con diete diverse. Al temine dell’esperimento, hanno osservato che gli unici roditori che erano riusciti a perdere peso erano stati quelli che avevano seguito un’alimentazione a basso contenuto calorico, somministrata nei normali orari dei pasti. Un altro gruppo, che aveva ricevuto esattamente lo stesso nutrimento - caratterizzato da un introito calorico più basso del 30% rispetto a quello fornito agli altri roditori -, ma vi aveva accesso in modo illimitato durante il giorno, non era invece dimagrito. 

CONCLUSIONI 
"Tradotto sugli uomini, il nostro esperimento indica che una dieta è efficace solo se le calorie vengono assunte durante il giorno, quando siamo svegli e attivi" sintetizza Joseph Takahashi, che ha coordinato la ricerca e lavora al Southwestern Medical Center negli Stati Uniti. Il gruppo di topolini "diligenti", una volta messo a dieta, ha fatto di necessità virtù e ha mangiato tutto il suo cibo in un lasso di tempo ristretto. Contemporaneamente, con gran sorpresa dei ricercatori, ha aumentato la voglia di muoversi (correndo sulla famosa ruota per criceti che non manca mai nelle gabbie delle cavie). E ha mostrato esami del sangue pressoché perfetti".
E' dunque importante mangiare negli orari pre-stabiliti e soprattutto non saltare i pasti perché, quando non si mangia non solo non si dimagrisce come uno potrebbe pensare ma si ottiene esattamente l'effetto opposto. Il corpo dunque che ha sempre bisogno di energia sarà costretto ad assorbire più grassi non appena si mangerà qualcosa per compensare il vuoto del pasto saltato e quei grassi poi saranno molto più difficili da bruciare. Effetto boomerang insomma: meglio mangiare poco ma regolare, che troppo una sola volta al giorno. 

#dieta #orari #pasti
 

caricamento in corso...
caricamento in corso...