De Donatis nuovo vicario del Papa per Roma: chi è e il rapporto con Francesco

26 maggio 2017 ore 12:53, Americo Mascarucci
Papa Francesco ha nominato monsignor Angelo De Donatis, 63 anni, vescovo ausiliare per il clero, vicario generale di Sua Santità per la diocesi di Roma. Subentra al cardinale Agostino Vallini che lascia per raggiunti limiti di età avendo superato i 77 anni. Oggi a mezzogiorno l’annuncio della nomina, con la contestuale elevazione alla dignità di arcivescovo, data in contemporanea in Vicariato e nella Sala Stampa della Santa Sede. Annuncio dato, significativamente, nel giorno in cui la Chiesa fa memoria liturgica di san Filippo Neri, santo molto amato dal popolo romano.
De Donatis nuovo vicario del Papa per Roma: chi è e il rapporto con Francesco

CHI E' - De Donatis è uno dei vescovi che ha consacrato personalmente Papa Francesco. E' nato il 4 gennaio 1954 a Casarano, provincia di Lecce e diocesi di Nardò-Gallipoli. Alunno prima del Seminario di Taranto e quindi del Pontificio Seminario Romano Maggiore, ha compiuto gli studi filosofici alla Pontificia Università Lateranense e quelli teologici presso la Pontificia Università Gregoriana, dove ha conseguito la Licenza in Teologia Morale. 
Lui e Francesco si erano conosciuti a pranzo. Attorno alla tavola con il Papa c'erano sette preti romani. Poi dopo sei mesi, nel settembre del 2015, era arrivata la nomina a nuovo Vescovo ausiliario di Roma, anticipata l'anno precedente dalla scelta come predicatore degli esercizi spirituali di Francesco e della curia romana per la quaresima. 
Durante quel pranzo, come Don Angelo stesso aveva raccontato, ciascun sacerdote aveva parlato del suo ministero. E quella di Don Angelo era apparsa una chiara vocazione sociale, che il Papa aveva inteso valorizzare. La sua parrocchia di San Marco Evangelista a Piazza Venezia, è stata sempre aperta alle catechesi, a qualsiasi ora del giorno e della sera.
Lui è nato pastore e di certo ha poca esperienza di amministrazione. Ma è soprattutto un uomo mite molto lontano dallo stile energico e isoluto dei suoi predecessori, i cardinali Camillo Ruini e Angelo Vallini. Dfficile che possa battere i pugni sul tavolo o prendere decisioni particolarmente crente come quella ad esempio che prese Ruini negando i funerali a Piergiorgio Welby o richiamando spesso all'ordine parroci poco in linea con le sue posizioni.

#papafrancesco #dedonatis #vicarioroma

caricamento in corso...
caricamento in corso...