Beni per 5 mln sequestrati a imprenditori (in politica) amici di Messina Denaro

03 febbraio 2017 ore 16:48, Americo Mascarucci
#Beni per 5 #milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Trapani a due imprenditori, padre e figlio rispettivamente 71 e 42 anni considerati affiliati al boss latitante Matteo #Messina Denaro. Il figlio ha svolto anche attività politica ed è stato assessore comunale con Forza Italia al Comune di Castelvetrano. Il provvedimento eseguito dalla Dia di Trapani ed emesso dal Tribunale delle misure di prevenzione è frutto di una indagine coordinata dalla Procura antimafia di Palermo, dal procuratore aggiunto Dino Petralia e condotta nell’ultimo anno dal gruppo di investigatori della Dia trapanese.
Beni per 5 mln sequestrati a imprenditori (in politica) amici di Messina Denaro
 
 
Secondo l'ipotesi accusatoria i due imprenditori, che operano nel settore edile, avrebbero ottenuto l'aggiudicazione degli appalti a scapito delle ditte concorrenti, grazie all'appoggio del clan capeggiato da Matteo Messina Denaro, con cui il capo il più anziano avrebbe legami di amicizia di lunghissima data. 
Così gli imprenditori avrebbero ottenuto importanti appalti per il movimento terra nell'ambito di numerose opere pubbliche tanto nel Trapenese che nell'Agrigentino. Anche qui avrebbero goduto, secondo l'accusa, dei favori e dei metodi mafiosi operati dal clan Denaro.
Inoltre gli inquirenti sospettano che dietro il passaggio del ruolo di amministratore dell'azienda al figlio, si nasconda il tentativo da parte dell'anziano imprenditore di tirarsi fuori dalla gestione attiva della ditta nel caso in cui fossero arrivati provvedimenti giudiziari a suo carico.
Il figlio tuttavia avrebbe seguito le orme del padre mantenendo i contatti con le cosche. 

A finire sotto sequestro sono stati appartamenti, terreni, conti bancari, automezzi, un’imbarcazione da diporto e tre aziende. 
I due imprenditori sarebbero stati molto attivi in politica al punto da essere stati fra i fondatori di Forza Italia in Sicilia. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...