Niente boicottaggio, con l'iPhone Trump "sfida" la sua intelligence

30 marzo 2017 ore 14:10, Micaela Del Monte
Donald Trump passa ad iPhone. Una notizia visto che il Presidente degli Stati Uniti aveva deciso di boicottare l'azienda di Cupertino per la questione relativa allo sblocco dell’iPhone di uno degli autori della sparatoria di San Bernardino (California). Ora, a un anno di distanza, Trump deve aver evidentemente cambiato idea: il Presidente degli Stati Uniti, infatti, ha reso noto di aver scelto un iPhone come suo smartphone ufficiale.
Niente boicottaggio, con l'iPhone Trump 'sfida' la sua intelligence

Il magnate aveva sempre fatto ricorso al suo vecchio device Android, anziché utilizzare il device sicuro, e opportunamente modificato, predisposto dall’intelligence. Alcuni senatori, ad esempio, avevano deciso di attivarsi per richiedere l’intervento di Jim Mattis, il Segretario della Difesa, poiché l’impiego di un telefono non verificato avrebbe potuto mettere a repentaglio la sicurezza degli interi Stati Uniti: in particolare, hacker e malintenzionati avrebbero potuto ottenere facile accesso a comunicazioni del tutto riservate. Negli ultimi giorni, tuttavia, dall’account Twitter del Presidente si è appreso della conversione all’universo Apple, con un nuovo e fiammante iPhone. A confermalo è stato Dan Scavino, direttore dei Social Media della Casa Bianca, sempre in un cinguettio:

"Donald Trump sta usando il nuovo iPhone qui su Twitter da un paio di settimane. Sì, il Presidente legge e twitta".

La "stranezza" però non è solo quella che riguarda il dietrofront del Presidente, bensì anche la scelta da parte dell'intelligence di utilizzare un iPhone dato che solitamente ricorre a device Samsung opportunamente modificati con una versione speciale del sistema operativo Android, probabilmente si tratta di una sorta di compromesso tra gli esperti di sicurezza e il Presidente stesso.
caricamento in corso...
caricamento in corso...