Anche Forza Italia all'attacco di Ong (e Soros): "Il governo usi i servizi"

04 maggio 2017 ore 10:12, intelligo
Ieri è stato il giorno dell'audizione in Senato del procuratore di Catania, Zuccaro, che è tornato a ribadire le accuse contro le Ong chiedendo strumenti per potere indagare. Un rilancio che ha fatto scattare subito la reazione di Forza Italia schierata in forze nella sala Aldo Moro di Montecitorio per offrire la sua piena "solidarietà al procuratore Zuccaro, che ho risentito in audizione in Commissione Difesa al Senato con una relazione straordinaria, chiara, responsabile, per nulla di protagonismo, ma che deve essere sostanzialmente sostenuto nella sua azione”, ha detto Renato Brunetta, affiancato da Paolo Romani, Laura Ravetto, presidente del comitato Schengen, Elio Vito e i senatori Malan, Gasparri e Alicata.
Anche Forza Italia all'attacco di Ong (e Soros): 'Il governo usi i servizi'
“Negare questo vuol dire mettere la testa sotto la sabbia e vuol dire di fatto essere ‘conniventi’ con i criminali che trafficano in essere umani. Noi con la nostra azione di informazione vogliamo che ci sia chiarezza e trasparenza su tutta questa vicenda, che interessa gli immigrati e le Ong, chiediamo che il governo intervenga al più presto”. 
Un intervento che secondo Forza Italia deve avvenire destinando parte delle risorse stanziate dal Def - 4,7 miliardi - a iniziative che consentano di fare chiarezza sui punti oscuri legati alla presenza in mare delle navi delle organizzazioni non governative davanti alle coste libiche o addirittura nelle acque territoriali. Inoltre bisogna sfruttare tutti i corpi dello Stato "perché se i servizi segreti non vengono usati per indagare anche su questo a cosa devono servire?".
E sulla visita del magnate Soros al premier Gentiloni, secondo alcuni celata bene da Palazzo Chigi, Elvira Savino deputata di Forza Italia ha dichiarato: "Presenterò una interrogazione al premier Gentiloni per chiedere i motivi della presenza dell'imprenditore Soros a Palazzo Chigi. Evidentemente, se è stato ricevuto nella sede ufficiale del Governo, si tratta di un impegno istituzionale ed è normale che il Parlamento ne venga informato, visto il ruolo che egli ebbe nell'attacco speculativo del 1992 contro la lira, da lui giudicato 'una legittima operazione finanziarià".

#soros #palazzochigi #gentiloni
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...