Nobel, Dylan manda discorso e Patti Smith. In Svezia "probabilmente" nel 2017

06 dicembre 2016 ore 12:01, Andrea Barcariol
La velocità non deve essere il punto forte di Bob Dylan. Dopo la vittoria del Nobel, per settimane si è reso irreperibile sfacendo ammattire gli organizzatori, poi ha dichiarato che non sarebbe andato a Stoccolma alla cerimonia (il prossimo 10 dicembre) per la consegna del premio causa (misteriosi) "altri impegni presi in precedenza". Ora, a quasi due quasi due mesi di distanza dall'assegnazione del Nobel (lo scorso 13 ottobre) arriva la notizia che ha almeno ha inviato un discorso. "Il laureato per la letteratura di quest'anno, Bob Dylan, non parteciperà alla settimana del Nobel, ma ha inviato un discorso che verrà letto al banchetto" si legge in un comunicato della fondazione Nobel. Un contributo, che verrà letto alla fine della cerimonia, che non lo esenta dal tradizionale discorso di accettazione del premio, una lezione a sua scelta nel luogo che preferisce, che rappresenta il suo unico obbligo nei confronti dell'Accademia di Svezia.

Nobel, Dylan manda discorso e Patti Smith. In Svezia 'probabilmente' nel 2017
Nella cerimonia di consegna del premio, ci sarà Patti Smith, grande ammiratrice di Bob Dylan, che interpreterà una delle sue canzoni, "A Hard Rain's A-Gonna Fall". Secondo l'Accademia svedese ci sono "forti probabilità che il laureato venga a Stoccolma l'anno prossimo" e ne approfitti per fare il suo discorso d'accettazione. A 75 anni Dylan è il primo cantautore che ottiene il prestigioso riconoscimento, una decisione che ha sorpreso gli ambienti letterari che puntavano su una scelta più convenzionale.
caricamento in corso...
caricamento in corso...