Sesto Fiorentino, a fuoco capannone con migranti. Un morto e indagini - VIDEO

12 gennaio 2017 ore 10:27, intelligo
Sesto Fiorentino, a fuoco capannone con migranti. Un morto e indagini - VIDEO
Ancora non è chiaro cosa abbia provocato l'incendio, ma un rogo è divampato ieri sera in un capannone ricovero per extracomunitari a Sesto Fiorentino. La struttura ospita un centinaio di migranti, per lo più somali.
Immediato l'intervento dei Vigili del Fuoco, intervenuti verso le 21.30 di ieri sera in via Avogadro 15 con 27 unità con 9 veicoli antincendio, ma solo questa mattina hanno concluso l'operazione. Ora tocca a carabinieri e polizia scoprire chi e come ha deciso di dar fuoco al capannone o magari, tra le ipotesi non è escluso, che sia stato causato da qualcosa che i migranti stavano utilizzando per scaldarsi, viste le basse temperature di questi giorni. 
Infatti i sospetti si concentrano su una stufa che potrebbe aver provocato la scintilla. 

Al divampare delle fiamme gli occupanti sono fuggiti fuori, ma un 35enne è stata trovato  in gravi difficoltà all'interno del capannone. Inutili i soccorsi del 118 che hanno tentato la rianimazione e la corsa verso l'ospedale. Altri due uomini sono rimasti feriti. Sul posto oltre le forze dell'ordine e i soccorsi anche il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, che ha seguito tutte le operazioni. Gli extracomunitari che erano presenti nel capannone andato a fuoco non hanno voluto lasciare l'area. In questo momento sono allestite due tende in piazza Marconi con coperte e bevande calde distribuite.
Intanto è stato posto sotto sequestro l'immobile. La decisione è stata presa dal pm di turno della Procura di Firenze. Nell'ex mobilificio Aiazzone, nella zona dell'Osmannoro, vivevano da due circa due anni un'ottantina di migranti, per la maggior parte somali, che occupavano abusivamente il capannone.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...