Il colmo di Valeria Fedeli, è giallo laurea "all'Istruzione". Adinolfi: "Si dimetta"

14 dicembre 2016 ore 12:50, Americo Mascarucci
"Complimenti ministro, bel passo d'inizio e complimenti a Gentiloni che a dirigere scuola e università mette non solo una che non è laureata, ma una che spaccia per laurea in Scienze Sociali un semplice diploma della scuola per assistenti sociali".
Il post "al veleno" di Mario Adinolfi leader del Popolo della Famiglia appare su Facebook e va a fare da corollario alle polemiche per la nomina di Valeria Fedeli al dicastero dell’Istruzione, nomina risultata indigesta ai cattolici per le sue posizioni a favore dell’educazione gender nelle scuole. 
Adinolfi scrive: "Valeria Fedeli mente sul proprio titolo di studio, niente male per un neoministro all'Istruzione. Dichiara di essere laureata in Scienze Sociali, in realtà ha solo ottenuto il diploma alla Scuola per Assistenti sociali Unsas di Milano". 
Insomma, uno dei pochi nuovi ministri del Governo Gentiloni è già sulla graticola accusata di aver mentito sulla laurea conseguita.
Il colmo di Valeria Fedeli, è giallo laurea 'all'Istruzione'. Adinolfi: 'Si dimetta'
Accusa di fronte alla quale, le polemiche sul gender rischiano di apparire soltanto bruscolini.
Ma alla fine Adinolfi ha ragione o no? La Fedeli è laureata o no?

Il neo ministro in realtà possiede un diploma di laurea conseguito presso l’UNSAS la scuola per assistenti sociali che però non può essere considerata un'università a tutti gli effetti. 
I collaboratori della Fedeli sono costretti ad ammettere che non si tratta di vera laurea, non essendo l'UNSAS un ateneo, ma che quel diploma sarebbe stato poi di fatto equiparato a una laurea breve, triennale. 
Nessuna volontà da parte della Fedeli di nascondere la verità o cambiare le carte in tavola.
Si sarebbe trattato di un "problema lessicale", fatto in "perfetta buona fede". 
"Il fatto che in quella stessa biografia sia anche specificato che il diploma di laurea in questione è stato conseguito all'Unsas, Scuola per assistenti sociali di Milano (e dunque non in una università)- spiegano dallo staff della Fedeli- è la prova della sua buona fede".
Ma ormai l'incendio è divampato e domarlo non sarà facile.

caricamento in corso...
caricamento in corso...