Centrodestra, effetto Austria: Berlusconi o Salvini Premier? "Sarà chi vince"

17 ottobre 2017 ore 11:12, Micaela Del Monte
Chiude alle larghe intese e apre a Kurz, così Silvio Berlusconi ha parlato al Corriere della Sera in un'intervista a tutto tondo sulla fase politica dell'Italia e dell'Europa. 

Centrodestra, effetto Austria: Berlusconi o Salvini Premier? 'Sarà chi vince'
PATTO PRE-ELETTORALE
Silvio Berlusconi, dato in leggero ritardo sul segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, dai primissimi sondaggi pre-voto, ha ribadito che tra lui e Salvini c'è un patto, chiudendo quindi ogni porta alle larghe intese: "Chi avrà più voti indicherà al capo dello Stato il nome del premier per l’intera coalizione di centrodestra". Quindi esclude un governo di larghe intese con il Pd? "Assolutamente. Con cinque mesi di campagna elettorale, cui dedicherò tutto me stesso, Forza Italia supererà ampiamente il 20%". Il rapporto con Salvini? "Salvini è irruente all’esterno. È quello il suo stile e il suo modo di conquistare consensi, ma quando ci sediamo intorno a un tavolo è un interlocutore serio e ragionevole. Con lui siamo d’accordo sul fatto che la forza politica del centrodestra che prenderà più voti sarà quella che indicherà al capo dello Stato il nome del premier per l’intera coalizione. Io non ho alcun dubbio sul fatto che quel nome lo dovremo indicare noi. Stiamo valutando diverse figure, ma naturalmente non ne nominerò nessuna, visto il polverone mediatico che si era sollevato quando in passato avevo citato qualche nome solo a titolo di esempio per indicare una tipologia di candidato".

L'AUSTRIA
"Il voto in Austria conferma che, nell’Europa di oggi e di domani, è vincente e centrale soltanto una seria forza popolare e liberale - ha detto Berlusconi -. A Vienna, nessun governo potrà mai prescindere dai 62 seggi ottenuti dall’Ovp di Sebastian Kurz, che esattamente come Forza Italia si colloca nel Partito popolare europeo: la “forza calma”, che garantisce il buon governo e che evita passi falsi".
 C'è il ischio isolamento? "No, sono convinto che Kurz non eleverà alcuna barriera, e che non vorrà assolutamente “isolare” l’Austria. Con la forza del suo quasi 32% di consensi, invece, sarà perfettamente in grado di contenere e moderare le spinte più eccessive e oltranziste che potessero eventualmente venire dall’altro vincitore di questo voto: il Partito della libertà guidato da Heinz-Christian Strache, che ha ottenuto un risultato non clamoroso, ma ugualmente positivo".
caricamento in corso...
caricamento in corso...